menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La casa di cura Rizzola

La casa di cura Rizzola

Tornano in azione: ancora un raid dei ladri alla casa di cura Rizzola

I delinquenti a distanza di dieci giorni hanno di nuovo forzato una porta e sono penetrati nella struttura privata di San Donà. Bottino magro

A distanza di dieci giorni circa sono tornati in azione. Ancora. I ladri forse volevano finire il lavoro iniziato in una delle notti precedenti a Ferragosto, quando presero a martellate una cassaforte e se ne portarono via un'altra alla casa di cura Rizzola di San Donà di Piave. Danni ingenti, con porte e cassetti forzati e un bottino di almeno 1.600 euro. Il copione è stato di nuovo "recitato" nella notte tra venerdì e sabato, quando alcuni delinquenti, forse gli stessi, forse appartenenti a un'altra batteria, hanno forzato una porta della nota struttura sanitaria convenzionata con l'Ulss 10 e hanno di nuovo messo nel mirino i suoi uffici amministrativi. Ennesima razzia, con armadi e cassetti rovistati.

Fortunatamente poco o niente sarebbe stato trovato (e quindi rubato): il bottino stavolta non supererebbe i cento euro. Del resto lo stesso direttore della struttura dopo la prima incursione dei delinquenti aveva spiegato come nella casa di cura si tenessero pochi soldi. Lo hanno scoperto sulla propria pelle i furfanti, fuggiti lasciando dietro di sé una nuova scia di danni. Tra serrature forzate e quant'altro. Nessuno si sarebbe accorto di nulla: né i pazienti, né il personale. Cosicché la segnalazione ai carabinieri sarebbe arrivata solo sabato mattina, quando oramai i buoi erano già scappati dalla stalla.

Ben più distruttivo e pesante il primo raid: i criminali sradicarono dal muro la cassaforte più piccola, mandando in briciole cemento e intonaco con una mazza da carpentiere, poi cercarono in ogni angolo le chiavi della cassetta di sicurezza più grande, senza trovarle; per niente scoraggiati i delinquenti tentarono di aver ragione del portello blindato a mazzate, senza fortuna. I rumori allertarono il personale della casa di cura e i ladri, consapevoli di ciò, fuggirono in pochi minuti. Frangente che non si è ripetuto nella notte tra venerdì e sabato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento