rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Ladri scatenati in terraferma, vengono razziate case, scuole e negozi

Nell'ultima settimana sono stati numerosi i casi di furto in tutta la provincia. I criminali colpiscono spesso in pieno giorno, prima di cena

Chi pensa che in questi giorni, tra maschere e turisti, i malviventi a caccia di guadagni siano tutti confluiti a Venezia farebbe bene a ricredersi in fretta, ma soprattutto a dare una seconda mandata alla propria porta: nel corso della settimana, infatti, sono stati numerosi i furti in appartamenti e negozi di tutta la terraferma e, come riportano i quotidiani locali, in un paio di occasioni i ladri sono riusciti a portare via anche cifre considerevoli.

NELLE ABITAZIONI – Il “colpo” più consistente è stato probabilmente quello avvenuto venerdì a Campalto, in via Sabbadino. I malviventi hanno preso di mira un appartamento che sapevano sguarnito e, seguendo una strategia ormai sempre più comune, hanno colpito tra il pomeriggio e la sera, prima che i proprietari rientrassero per la cena. La porta d'ingresso è stata forzata e, una volta all'interno, i ladri si sono visti apparire davanti un “regalo” inaspettato: ben seimila euro in contanti, incasso del negozio della figlia della padrona di casa, pronti per essere depositati in banca. Oltre ai soldi, poi, sono scomparsi anche alcuni gioielli. Nemmeno il centro di Mestre è rimasto intoccato: alcuni ladri hanno agito anche in via Mestrina, sempre prima di cena, sempre passando attraverso una porta blindata. In questo caso i ladri hanno portato via 1.200 euro in contanti e diverse monete d'oro, ma non sono riusciti ad avere ragione della cassaforte.

SCUOLE, PALESTRE E NEGOZI – L'ondata i furti che ha travolto la terraferma non ha risparmiato neppure le strutture pubbliche, che sempre più spesso diventano il bersaglio preferito da bande di ladruncoli a caccia degli spiccioli nei distributori e interessati a portarsi via qualche computer o qualche televisore. È andata così anche all’istituto Foscari in via Muratori, quartiere Pertini, che venerdì è stato visitato dai delinquenti, scesi in campo intorno alle 20.30. L'allarme ha suonato, ma questo non ha impedito ai criminali di portare via un computer dall'ufficio del vicepreside e causare numerosi danni in tutta la struttura. Non si salvano neppure i negozi: giovedì notte alcuni predoni hanno fatto visita anche ad un salone di acconciature di Chirignago, scalando la facciata ed entrando quindi dai lucernari. I razziatori hanno messo sottosopra tutte le stanza, scappando poi con circa cinquemila euro tra computer e attrezzatura da parrucchiera professionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri scatenati in terraferma, vengono razziate case, scuole e negozi

VeneziaToday è in caricamento