menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La bambina torna a casa da scuola e si ritrova i predoni sulle scale

Paura per una piccola di circa 12 anni di origini cinesi che ha incrociato lo sguardo con i predoni in fuga mercoledì a Maerne di Martellago

Torna a casa da scuola e si trova i ladri sulle scale. Impaurita, chiede aiuto ai vicini. Dopodiché arrivano anche i genitori. Preoccupazione nella tarda mattinata di mercoledì per una bambina di poco meno di quindici anni di origini cinesi che, ignara, stava raggiungendo il suo appartamento al terzo piano del complesso residenziale di piazza IV Novembre a Maerne di Martellago. A un certo punto il suo sguardo ha incrociato quello dei tre delinquenti, che stavano fuggendo proprio dall'abitazione della piccola, dopo aver cercato invano di forzarne la porta d'ingresso blindata.

Tutti e tre indossavano una tuta, mentre uno aveva uno zaino in spalla. Uno dei malintenzionati inoltre indossava un cappellino e un altro era praticamente pelato. Questa la descrizione fornita dalla bambina, comprensibilmente provata per ciò che le è accaduto. Anche per il fatto che subito dopo, raggiunto il pianerottolo di casa, si è trovata davanti la porta distrutta. I predoni, infatti, hanno lavorato a lungo per cercare di introdursi nell'appartamento, violato e svaligiato già un anno e mezzo fa. La serratura blindata stavolta ha retto, nonostante i pezzi di legno staccati in malomodo e una sostanza cremosa posizionata in corrispondenza del pavimento.

E' possibile che i delinquenti sapessero che l'abitazione per oggi sarebbe rimasta incustodita, almeno fino al ritorno a casa della bambina. Fatto sta che gli altri inquilini erano stati insospettiti dai forti rumori che provenivano dal terzo piano, ma nessuno ha pensato che in pieno giorno potessero essere i ladri, descritti non di origini orientali. Subito dopo che è scattato l'allarme sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, che hanno effettuato i rilievi di rito. Ma il danno più pesante stavolta è stato causato nell'animo di quella bambina di circa dodici anni già rimasta traumatizzata dalla scorsa visita dei delinquenti. Ora il secondo round. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento