rotate-mobile
Cronaca Musile di Piave / Piazza XVIII Giugno

Ladri in municipio a Musile: uffici a soqquadro, bottino duemila euro

I delinquenti hanno forzato una porta sul retro e sono penetrati nell'edificio. Aperte due cassaforti. Trafugate le basi delle carte d'identità

Hanno forzato una porta sul retro e sono entrati avendo tutto il tempo di fare razzìa. I palazzi municipali continuano a finire nel mirino dei delinquenti. Dopo i blitz notturni a Salzano e a Ceggia, infatti, stavolta è toccato al municipio di Musile di Piave dover "accogliere" l'incursione dei ladri. Un furto nemmeno troppo difficile per una banda, questo sembra assodato, che ha capito come correre il minor rischio possibile per portare a casa bottini non certo ingenti ma comunque nemmeno esigui.

In questo caso i soliti ignoti si sono impossessati di circa duemila euro in contanti e di alcune tessere di carte d'identità (materiale "prezioso" per chi produce documenti falsi). Hanno messo a soqquadro gli uffici per poi concentrare la propria attenzione sulle cassaforti dell'ufficio anagrafe e l'ufficio segreteria. Lavorando forse con un flessibile sono riusciti ad aprire entrambe arraffando quanto era contenuto all'interno. L'allarme è stato segnalato stamattina, quando i dipendenti comunali si sono accorti dell'incursione. Scrivanie, cassetti e armadi rovistati in lungo e in largo.

Il colpo a poche settimane di distanza dai blitz ai municipi di Ceggia (in quel caso i ladri portarono via un proiettore, un computer portatile, le monete dei distributori di bevande) e di Salzano (dove furono molto ingenti anche i danni agli infissi).

Della vicenda si stanno occupando i carabinieri della stazione di San Donà di Piave, che stanno passando al setaccio le telecamere di sorveglianza della zona. Se infatti il palazzo municipale non sembrerebbe esserne provvisto, gli indizi potrebbero arrivare dai filmati di esercizi commerciali o di istituti bancari dei dintorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri in municipio a Musile: uffici a soqquadro, bottino duemila euro

VeneziaToday è in caricamento