menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sono andato in ospedale 20 minuti ad accudire mio figlio malato, casa razziata"

Il racconto di un residente di Musile vittima di un furto in casa venerdì sera: "Si sono arrampicati sui tubi del gas. Hanno rubato i soldi del mio stipendio, difficile andare avanti"

"Mi sono allontanato venti minuti da casa perché ho mio figlio ricoverato in ospedale per una polmonite, quando sono tornato ho trovato il disastro". A parlare è Samuele, residente in via Giovanni Falcone a Musile di Piave. Deve ancora riprendersi dal duro colpo che ha subito venerdì sera, quando i ladri hanno violato la sua abitazione rubandogli tutti i soldi e i gioielli di famiglia che custodiva: "Nel mio appartamento ho trovato uno scenario davvero brutto - dichiara - Sulla porta c'erano dei strani segni, come quelli che i ladri lasciano per indicare i prossimi obiettivi".

Soldi e gioielli

I delinquenti si sono arrampicati fino al secondo piano sfruttando i tubi del gas esterni, dopodiché hanno messo piede su un balcone e forzato la serratura della finestra: "Si sono presi i soldi del mio stipendio, sicuramente farò fatica ad arrivare alla metà del prossimo mese avendo due bambini molto piccoli", continua il proprietario. Gli intrusi hanno razziato poco meno di mille euro, intascandosi anche gioielli per un valore di circa 4mila euro. Dopodiché se ne sono andati senza lasciare tracce. Inevitabile ipotizzare che tenessero d'occhio la zona, pronti a entrare in azione non appena qualche domicilio fosse lasciato incustodito anche per pochi minuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento