menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook "Giants Marghera"

Foto Facebook "Giants Marghera"

Ancora un raid dei ladri alla Stefani di Marghera, i Giants: "Non abbiamo più parole"

L'incursione nella notte tra giovedì e venerdì nella palestra di via del Lavoratore. Razziati tv, fotocamera e altri oggetti. Presidente della municipalità, Bettin: "Sono sempre i soliti"

"Purtroppo l'ennesima amara sorpresa". Ciò che stupisce è l'accanimento dei ladri con la palestra Stefani di Marghera, la "casa" della società dei Giants Marghera. Non c'è granché da rubare, ma le incursioni non si fermano: "E' stata scassinata la porta dedicata all'ingresso del pubblico - spiega la società sportiva in una nota - hanno rubato lo schermo tv, una videocamera, un videoproiettore, una cassettina con poche marche da bollo. Non abbiamo parole - si conclude - per questo ennesimo atto di vandalismo, perché solo di questo si tratta. Il materiale rubato non ha mercato, sono cose ormai vecchi che ci sono state donate dai genitori".

La notizia del raid si è allargata a macchia d'olio nella città giardino, inducendo il presidente della municipalità, Gianfranco Bettin, a inviare una nota in cui palesare tutto il proprio sdegno per l'accaduto: "E’ l’ennesimo attacco di questi infami a una società particolarmente impegnata sul terreno sportivo, sociale ed educativo, che coinvolge centinaia di ragazze e ragazzi, che ottiene successi sportivi e di grande valore sociale da decenni - dichiara - I responsabili di questi furti ripetuti con ogni probabilità fanno capo ai gruppi e alle bande italo-maghrebine che ormai da un paio d’anni hanno trasformato in covi gli alloggi che hanno abusivamente occupato tra via del Lavoratore e via Correnti. Gli stessi che qualche mese fa sono spudoratamente entrati negli spogliatoi mentre era in corso una partita e hanno rubato praticamente sotto gli occhi di tutti, scappando poi in via Correnti. Agiscono da impuniti, prepotenti. Non ci sono ancora le prove per dire che stanotte sono stati loro, anche se è probabile. Ma ci sono tutte le prove del mondo - conclude - che certificano la loro presenza abusiva e criminale negli alloggi pubblici, la loro attività di spacciatori nell’alleanza tra maghrebini e italiani che fa quello che vuole nel rione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento