menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla finestra o col piede di porco, case nel mirino a Portogruaro

Un paio di razzie a San Stino di Livenza e nella città del Lemene negli ultimi giorni. In entrambi i casi trafugati monili in oro o argento

In un caso hanno sfruttato il fatto che la finestra era stata lasciata aperta forse per difendersi dal caldo, in un altro invece erano consapevoli che difficilmente qualcuno si sarebbe accorto della loro presenza. Erano davanti a un'abitazione in mezzo ai campi, con tutto il tempo per perpetrare il colpo nei confronti dei proprietari. Al momento assenti.

Hanno preso un piede di porco e si sono "sfogati" sulla porta d'ingresso, finché quest'ultima non ha potuto più costituire un ostacolo per i predoni. Due case visitate dai ladri negli ultimi giorni nel Portogruarese. Nel primo caso i delinquenti sono entrati in azione a San Stino di Livenza, in via Regadura. L'abitazione "violata" grazie al piede di porco. Una volta all'interno i predoni hanno rovistato dappertutto, per poi impossessarsi di alcuni e anelli e bracciali il cui valore è ancora in via di quantificazione.

Molto più semplice il modus operandi per la seconda razzia, registrata invece nella notte tra lunedì e martedì a Portogruaro. I delinquenti hanno adocchiato la finestra aperta in un'abitazione singola di via Silvio Pellico e verso le 4 hanno messo piede nel loro obiettivo, limitandosi a trafugare un paio di orecchini in argento trovato in corridoio. Non prima di avere comunque gettato l'occhio in camera da letto per controllare se i proprietari fossero o meno addormentati. Al loro risveglio, infatti, la porta della stanza, lasciata socchiusa, è stata trovata spalancata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento