menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri scatenati negli stadi della Riviera. Colpi a Dolo e a Fiesso

E' successo lunedì notte, ad agire potrebbe esser stata la stessa banda. Rubati computer, altoparlante, magliette e perfino un defibrillatore

Era successo poco più di un mese fa al campo sportivo di Mirano, e poi nelle settimane seguenti in quello di Stra. E’ capitato nuovamente lunedì notte agli stadi di Dolo e Fiesso. Malviventi scatenati per frugare in qualunque cassetto e rubare qualunque cosa, provocando grande amarezza nelle due storiche società. Come riporta La Nuova Venezia, i predoni hanno fatto visita prima allo stadio Walter Martire di Dolo (utilizzato dal Calcio Dolo e dall’Atletica Riviera del Brenta) e poi al comunale di via Smania a Fiesso, utilizzato dal settore giovanile del club paesano.

Partiamo proprio da Dolo. Pare che i ladri si siano aperti un varco nella recinzione vicino all’argine del Rio Serraglio, per poi forzare in ogni porta e mettere a soqquadro diverse stanze. Sono spariti due computer di proprietà delle due società sportive e l’altoparlante utilizzato dallo speaker, mentre gli scatoloni dei medicinali sono stati aperti ma abbandonati. Il Calcio Dolo pochi mesi fa si era trovato a che fare con un altro furto, questa volta allo stadio Gaetano Scirea di Cazzago di Pianiga.

Nella stessa notte, come detto, ladri anche a Fiesso. Hanno divelto due porte rubando un defibrillatore dagli spogliato, maglie e pantaloncini da gioco, e qualche spicciolo dai distributori automatici del bar. Il defibrillatore era stato donato pochi anni fa da un imprenditore.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento