Cronaca Via Canove

Colpo grosso dei ladri in casa, il derubato: "Voglio una pistola, se tornano pronto a difendermi"

Il furto è stato scoperto domenica pomeriggio in un'abitazione di via Canove, nel territorio di Martellago. Razzia di ori per 10mila euro. I delinquenti si sono feriti, perdendo sangue

"Voglio un'arma e se entrano di nuovo in casa sono pronto a difendermi". Parole che lasciano trasparire rabbia e un certo sconcerto per l'ennesimo raid dei ladri nel territorio di Martellago, dopo i colpi messi a segno nei giorni scorsi. Stavolta a finire nel mirino è stata un'abitazione singola di un 53enne che risiede in via Canove e che domenica pomeriggio, verso le 17.30, al suo ritorno a casa dopo qualche giorno di vacanza, ha avuto l'amara sorpresa.

"HANNO ROTTO TUTTO"

"La casa è stata messa tutta sottosopra - spiega - Hanno rotto tutto e mi hanno portato via anelli e collane per circa 10mila euro. Hanno ispezionato le stanze da cima a fondo". Il proprietario si è trovato davanti agli occhi uno spettacolo difficile da dimenticare: cassetti aperti, armadi forzati e un disordine indescrivibile: "Credo ci tenessero d'occhio - racconta - mia madre era venuta a controllare qualche ora prima e tutto era in ordine. Fossi tornato un'ora prima forse li avrei trovati e sarei stato pronto a difendere la mia proprietà". Gli intrusi hanno rotto lo scuro di una finestra sul retro e hanno forzato una finestra. Nel fare questo si sono anche tagliati, lasciando in giro diverse tracce di sangue. Elemento che potrebbe rivelarsi utile per le indagini.

"PRONTO A DIFENDERE LA MIA PROPRIETA'"

"Erano almeno 2, perché per entrare da dove sono entrati serve un aiuto - conclude il residente - sapevano bene cosa prendere. Perché gli oggetti solo placcati in oro li hanno lasciati perdere. Anche l'argenteria è rimasta lì dov'era. Lo stesso non si può dire delle catenine, degli anelli e di alcune medaglie che avevo vinto grazie alla mia attività sportiva". Sul posto, dopo la denuncia, si sono portati i carabinieri, che hanno effettuato un sopralluogo. Facendo attenzione a eventuali impronte lasciate dai delinquenti, oltre che al sangue. Eventuali reperti saranno analizzati in laboratorio: "Spero che non tornino - conclude il derubato - altrimenti mi farò trovare pronto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo grosso dei ladri in casa, il derubato: "Voglio una pistola, se tornano pronto a difendermi"

VeneziaToday è in caricamento