Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Marghera / Via Giovanni Minotto

Dal furto alla rapina: vuole rubare le bottiglie agli alcolisti anonimi

Un 30enne è finito in manette nella notte tra venerdì e sabato in via Minotto a Marghera. Ha mandato anche all'ospedale un poliziotto

Forza la porta della cantina di un condominio di via Minotto a Marghera, dopodiché raggiunge la vicina sede degli alcolisti anonimi di via Fratelli Bandiera. Quale poteva essere il bottino se non alcune bottiglie di alcolici custodite nel palazzo? Una nottata di follia per un 30enne che, desideroso di continuare la propria bevuta senza spendere un centesimo, ha deciso di violare il palazzo con la sede degli alcolisti anonimi. Senza successo.

L'intruso è stato sorpreso dal proprietario della cantina del primo tentativo di reato, che ha chiesto l'aiuto della polizia. Prima, però, quest'ultimo è stato minacciato: il delinquente ha messo una mano in tasca fingendo di possedere un'arma, in modo da far desistere il condòmino e da farsi consegnare i soldi che aveva con sé (circa dieci euro). Dal furto quindi si è passati alla rapina: sul posto è intervenuta una volante della questura, ma nemmeno di fronte agli uomini in divisa il ladruncolo è riuscito a gestire la propria rabbia. Ha tentato di resistere al controllo, ingaggiando una colluttazione con gli agenti e colpendone uno con un calcio. Nel frattempo in un sacchetto era riuscito effettivamente a trafugare alcune bottiglie.

Uno dei rappresentanti delle forze dell'ordine si è visto quindi costretto a ricorrere alle cure sanitarie, venendo dimesso dal pronto soccorso con una prognosi di cinque giorni. Per il trentenne, inevitabili, sono scattate le manette per una lista di reati che non finisce più: in primis la tentata rapina, dopodiché il furto aggravato di alcolici e le minacce. Per quanto riguarda la sua condotta nei confronti della polizia dovrà rispondere anche di resistenza, lesioni e ingiurie a pubblico ufficiale. Ha passato la notte nella camera di sicurezza della questura, per poi sabato mattina comparire davanti al giudice per la direttissima.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal furto alla rapina: vuole rubare le bottiglie agli alcolisti anonimi

VeneziaToday è in caricamento