menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladro identificato grazie al rilevamento delle impronte digitali

Il malvivente pensava d'averla fatta franca. L'analisi delle tracce lasciate sulla porta del negozio durante il furto a L'Arpa di Jesolo invece l'hanno incastrato

Pensava d'averla fatta franca, ma dopo quasi un anno un ladro è stato incastrato dalla polizia. La spaccata era avvenuta nell'estate scorsa ai danni del negozio di abbigliamento “L’Arpa”, all'interno del parco commerciale “I giardini di Jesolo”.

I malviventi erano entrati dalla porta d'ingresso asportando la cassa con all'interno l'incasso del giorno precedente e, con il bottino di 288 euro, erano scappati pensando di non aver lasciato traccia.

La polizia scientifica invece, il giorno del furto aveva notato sulla porta forzata tracce di impronte palmari e impronte di scarpe. Tutte i dettagli erano stati rilevati e sono stati poi indizi fondamentali per le indagini.

Le impronte, dopo accurate indagini, sono risultate essere quelle di a B.A., cittadino italiano già noto alle forze dell'ordine. Il ventinovenne di Brescia è stato quindi riconosciuto come autore della spaccata e denunciato alla procura per il reato di furto aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento