menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un congegno per eludere il sistema antitacheggio: in arresto al centro Le Barche

I carabinieri hanno fermato un 28enne croato in centro a Mestre, aveva escogitato un sistema per trafugare capi di abbigliamento senza pagare. Denunce per altri tre ladruncoli

Si aggira tra le corsie del negozio con fare sospetto, poi esce più volte attraversando il sistema antitaccheggio ma la sirena non scatta. Il suo comportamento, però, attira comunque l'attenzione del personale di sicurezza, che decide di allertare i carabinieri. È successo giovedì da Coin, all'interno del centro commerciale Le Barche di Mestre: protagonista un giovane - identificato poi per D.F., 28enne croato - che aveva escogitato uno stratagemma "tecnologico" per eludere la sorveglianza.

Il ladruncolo è stato fermato dall'intervento dei carabinieri della stazione di Spinea, in servizio di pattuglia nella zona: perquisito, si è scoperto che all’interno della borsa a tracolla non solo c’era un paio di pantaloni Armani appena trafugato, ma anche un dispositivo elettronico in grado di inibire il segnale d’allarme dell’antitaccheggio. Per il giovane sono scattate quindi le manette e una notte in cella di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima.

L'arresto rientra in una serie di operazioni messe in atto nei giorni scorsi dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile e delle stazioni della compagnia con il supporto della CIO del 4° Battaglione Mobile “Veneto”. In tutto sono stati sottoposte a verifica decine di persone, e, oltre al 28enne arrestato, si aggiungono alcune denunce in stato di libertà. Mercoledì, all'Ovs dell'Auchan, due giovani in rapida successione hanno provato il furto di vestiti cercando di oltrepassare le casse senza pagare: S.M., miranese di 33 anni e L.A., modava di 23, sono state sorprese in due distinte occasioni e denunciate dai carabinieri intervenuti su segnalazione degli addetti alla sicurezza; stessa sorte anche per D.L.F., 62enne sandonatese, che giovedì è stato sorpreso alle casse del Decathlon mentre cercava di pagare solo una parte della merce asportata dagli scaffali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento