Martedì, 18 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Laguna Media: "Temiamo l'interramento a San Giuliano, per questo misuriamo"

Le associazioni (Canottieri Mestre, Voga Veneta Mestre, Canoa Club Mestre, Circolo Velico Casanova e Circolo della Vela di Mestre) avevano manifestato a maggio denunciando come la mancata manutenzione dell’area stia portando a un interramento progressivo e a una serie di modifiche pericolose per l'ambiente e l'ecosistema

Lo avevano annunciato e lo hanno puntualmente mantenuto. I volontari della Consulta della Laguna Media mercoledì mattina hanno scandagliato l'area di fronte al Parco San Giuliano per rilevare la profondità dei fondali e la torbidità dell'acqua e renderli confrontabili con le battimetrie esistenti.

Un lavoro certosino. A loro disposizione 2 imbarcazioni a motore e una a remi, strumenti di misurazione autocostruiti, ma anche per ulteriore controllo un ecoscandaglio. Il lavoro ha impegnato tutta la mattinata e ora i dati raccolti saranno elaborati per controllare gli eventuali scostamenti avvenuti nel tempo. "Mercoledì prossimo, tempo permettendo abbiamo in programma una nuova uscita - annunciano i volontari della Consulta - ma l'esperienza acquisita renderà di sicuro più veloce ed efficente le operazioni. Non appena avremmo acquisito dati significativi sarà nostra cura renderli di pubblico dominio e produrre ulteriori ipotesi di lavoro".                  

Gli elementi raccolti, dopo aver controllato il ritardo di marea rispetto a Punta della Salute, saranno parametrati all'altezza di marea prevista all'ora delle misurazioni. "Cerchiamo di rilevare dati affidabili - spiega il coordinatore del progetto, Paolo Cuman - e quindi confrontabili con quelli storici esistenti, per poter verificare la reale situazione dei fondali.

"Siamo comuni cittadini che si accollano un compito di controllo del territorio - afferma il coordinatore del progetto, Paolo Cuman - gli elementi raccolti, dopo aver controllato il ritardo di marea rispetto a Punta della Salute, saranno parametrati all'altezza di marea prevista all'ora delle misurazioni".

Già un paio di mesi LEGGI ARTICOLO fa le associazioni (Canottieri Mestre, G.S. Voga Veneta Mestre, Canoa Club Mestre, Circolo Velico Casanova e Circolo della Vela di Mestre) avevano denunciato come la mancata manutenzione dell'area della laguna antistante San Giuliano stia portando a un interramento progressivo. "La laguna si sta interrando - è stato detto - in conseguenza dei cambiamenti dei flussi di marea, alghe mai rimosse che si depositano, eccesso di torbidità causato dalla risospensione di sedimenti nel canale di Tessera e ristagno dovuto al ponte". Ora l'obiettivo è dimostrarlo con i dati.

Si parla di

Video popolari

Laguna Media: "Temiamo l'interramento a San Giuliano, per questo misuriamo"

VeneziaToday è in caricamento