rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Chioggia

Il Comune di Chioggia perde una causa, pignorati due lampadari

Vinta la battaglia di una coppia che chiedeva un risarcimento per la mancata assistenza al figlio, l'amministrazione però è senza soldi

L'amministrazione non paga le spese processuali di una causa persa e gli ufficiali giudiziari sequestrano due lampadari di Murano dalla sala di rappresentanza del Comune. Succede a Chioggia, dove una coppia ha vinto la battaglia legale contro l'amministrazione per l'assistenza del figlio disabile.

LA VICENDA – Stando a quanto riporta il Gazzettino i genitori per circa due anni si videro negata la corresponsione di un contributo per l'assistenza scolastica specializzata spettante ad un figlio disabile che all'epoca dei fatti frequentava la terza elementare. La coppia decise quindi di fare domanda per ottenere un computer programmato proprio in funzione della specifica disabilità, ma anche in questo caso non ebbero fortuna. Aiutati dal loro legale i coniugi tentarono quindi un ricorso al Tar, che venne respinto per difetti di forma e dubbi procedurali. La famiglia non si arrese e, sempre su consiglio dell'avvocato, sottopose la questione al Consiglio di Stato, che nel novembre 2012 impose al Comune di Chioggia di risarcire i genitori per circa 30mila euro, soldi che ad oggi la coppia non ha ancora visto.

SPESE LEGALI - All'amministrazione cittadina spetterebbe anche il pagamento dei circa 5mila euro di spese legali, anche questi ancora non pagati. E così, scrive il quotidiano locale, nei giorni scorsi l'ufficiale giudiziario ha eseguito il pignoramento dei due preziosi lampadari di Murano e delle quattro appliques che si trovavano in una sala di rappresentanza. I due lampadari copriranno proprio i costi processuali, ma il risarcimento alla coppia di Chioggia resta ancora lontano e le spese dello stesso pignoramento andranno a pesare ulteriormente sul bilancio comunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Chioggia perde una causa, pignorati due lampadari

VeneziaToday è in caricamento