menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lancia la latta e poi le dà fuoco, incendio doloso contro il ristorante

Il rogo lunedì sera ha annerito la saracinesca di un locale di Isola Verde. Indagini in corso per capire il motivo del possibile "avvertimento"

Prima il rumore, poi la fiammata e il principio d'incendio, che fortunatamente non ha causato danni troppo ingenti all'attività. Non ha usato vie troppo diplomatiche il malintenzionato che, poco dopo le 22 di lunedì, ha deciso di lanciare un avvertimento, o almeno questa è l'ipotesi ritenuta più probabile, ai gestori di un ristorante di Isola Verde, nel territorio comunale di Chioggia.

A un certo punto, infatti, qualcuno avrebbe posizionato una lattia da due litri di liquido infiammabile, forse del solvente, sotto al porticato del locale. Dopodiché, sfruttando la scia lasciata dal materiale, ha innescato il rogo a una certa distanza dal contenitore. Le fiamme fortunatamente non hanno interessato le pareti del locale, anche se i segni del rogo dopo l'intervento di due squadre dei vigili del fuoco sarebbero stati ben visibili sulle parti annerite dell'esercizio.

"Stavamo pulendo quando ci siamo accorti che in corrispondenza di uno dei tre finestroni del locale c'erano delle fiamme piuttosto alte - racconta la titolare - mio marito è riuscito ad allontanare con una scopa la latta, che era proprio a ridosso del muro. Avevamo paura che il rogo si allargasse a una tenda parasole, che era aperta. Non fossimo stati presenti sarebbe stato un disastro".

Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Chioggia, per fare luce su una vicenda che ha contorni piuttosto preoccupanti. I militari stanno tentando di capire i motivi per cui qualcuno potesse avercela con i titolari dell'attività, la cui attenzione è stata attirata prima dal suono della latta di plastica contro il muro, dopodiché si sono accorti delle fiamme che in pochi istanti si stavano alllargando pericolosamente. "Non riusciamo a capire chi possa avercela con voi - sottolinea la titolare - non abbiamo mai ricevuto minacce da nessuno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento