menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto twitter Comune di Venezia

Foto twitter Comune di Venezia

Festa per 823 neodottori a San Marco: "Mantenete la curiosità che vi ha guidato"

Riuniti per la prima volta i laureati di Treviso e Venezia. Ospite Alessia Cerantola, del team vincitore del Pulitzer 2017 per l'inchiesta Panama Papers: "Collaborate sempre con gli altri"

La cerimonia è come sempre uno spettacolo, oltre che un'emozione per tutti i presenti. Nel pomeriggio di venerdì è in scena l'appuntamento dell'università Ca' Foscari di Venezia che in piazza San Marco consegna il diploma di laurea ai dottori triennali: sono 823 a salire sul palco per ricevere l'ambito attestato che segna la conclusione del corso di studi. E per la prima volta sono ospiti nella piazza anche i "cugini" del campus di Treviso.

PIAZZA SAN MARCO GREMITA - VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad aprire l'evento, iniziato alle 14.30 all’ombra del campanile, è stato come da tradizione il rettore Michele Bugliesi. Da lui le congratulazioni per coloro che, con impegno e dedizione, sono arrivati a questo traguardo, nella speranza che sia solo l'inizio di una soddisfacente carriera tra studio e professione. "Questo è un giorno di festa per il traguardo che avete raggiunto, oggi la vostra opinione conta più di prima negli ambiti nei quali avete studiato - ha dichiarato il rettore - Avete fatto un investimento, siete stati curiosi e questa curiosità dovete mantenerla per tutta la vita. Ca’ Foscari ha lavorato per la vostra formazione, per il vostro futuro. Siamo certi che avrete un grande successo. Per questo il prossimo 6 maggio siete tutti invitati alla y.our future run, una corsa non competitiva per sostenere il talento, i giovani, il diritto allo studio. Siamo orgogliosi di voi".

L'INTERVENTO DEL RETTORE BUGLIESI: "LA CURIOSITA' SARA' LA CHIAVE DEL VOSTRO SUCCESSO" - VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grande attesa per l'ospite d'onore, Alessia Cerantola: cafoscarina, nipponista e giornalista, è nel team internazionale che ha vinto il premio Pulitzer 2017 per l'inchiesta Panama Papers. Alessia era tra i 376 giornalisti che per mesi hanno studiato 11,5 milioni di documenti sui legami tra il paradiso fiscale e personalità di primo piano in molti Paesi. Un'inchiesta di rilevanza mondiale. È l'aprile del 2016 quando, a conclusione di un lavoro colossale sull’archivio di documenti trapelati dallo studio legale Mossack Fonseca, escono i primi resoconti sui giornali di tutto il mondo. Alessia collabora ad alcune inchieste che riguardano personalità italiane, ma è soprattutto in Giappone che il suo lavoro ha impatto, con articoli pubblicati su The Diplomat (Japan and the Pana Papers) e Japan Times. Insomma, Alessia rappresenta un modello per tanti giovani pronti a investire sulla propria futura carriera: "Nel farvi le mie congratulazioni per questa importante giornata mi sento di suggerirvi: collaborate sempre, quello che si fa collaborando  ha un risultato esponenziale - ha affermato dal palco - viaggiate tanto, ciò ci arricchisce di esperienze e relativizza; ispiratevi al passato e conoscetelo, ma distaccatevene, ascoltate gli altri, ma non permettetegli di dirvi 'questa cosa è impossibile'".

La consigliera Chiara Visentin ha portato i saluti dell'amministrazione comunale, mentre Bruno Pigozzo, consigliere regionale, è intervenuto in rappresentanza di palazzo Balbi. Sul palco nei minuti successivi sono saliti anche gli studenti "eccellenti" di questa sessione di laurea. Claudia Cotoloni, migliore studentessa italiana: "Dobbiamo avere coraggio - ha dichiarato - Siamo arrivati fino a qui e abbiamo dimostrato di valere. Facciamoci domande, facciamo stage, studiamo qualcosa che non abbiamo ancora avuto l’opportunità di studiare. E se sbagliamo, rialziamoci, come abbiamo già fatto in questi anni. Siamo giovani e abbiamo tutte le possibilità di lasciare il mondo migliore di come è oggi. Concludo con una frase che ricordo di aver letto e che mi ha molto colpito: 'No amount of guilt can solve the past and no amount of anxiety can change the future'. Nessuna quantità di rimorso può cambiare il passato e nessuna quantità di ansia può cambiare il futuro. Noi possiamo". Sulla stessa lunghezza d'onda Nicoleta Cheptea, migliore studentessa straniera: "Ringrazio Ca' Foscari per le numerose opportunità e per l'appoggio che ci ha offerto - ha dichiarato - per le esperienze internazionali, i contatti diretti con il mondo del lavoro, i professori di altissimo livello, le tecnologie moderne, ma anche per la possibilità di approfondire interessi al di là del corso di studi. Un'università che ci ha fornito tutti gli strumenti per affrontare dignitosamente il nostro futuro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento