Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca San Marco / Piazza San Marco

Sette lavoratori salgono sulla basilica di San Marco contro l'austerity

I manifestanti sono dipendenti delle cooperative Coopservice e Manutencoop di Bassano del Grappa e Vicenza. Protestano contro il previsto taglio di 77 impiegati su 520

I manifestanti sulla Basilica

Il campanile e la basilica di San Marco si stanno tramutando sempre più in un simbolo per le rivendicazioni dei lavoratori. Dopo l'esempio dei tre operai della Vinyls saliti in cima al "paron" per chiedere il pagamento degli stipendi dopo cinque mesi che non vedevano un euro, era toccato a cinque dipendenti di una cooperativa sanitaria veneta manifestare sulla basilica di San Marco.

Copione che si è ripetuto anche mercoledì mattina: sette lavoratori delle cooperative Coopservice e Manutencoop di Bassano del Grappa e Vicenza, verso le 13 hanno pagato il biglietto d'ingresso di 4 euro e sono saliti sulla basilica. Il motivo? Protestare contro i tagli nei confronti della forza lavoro. La loro disperazione è stata sintetizzata in uno striscione contro l'austerity. L'iniziativa è durata alcune decine di minuti.


I sette lavoratori facevano parte di una cellula del sindacato Usb che stamattina ha presidiato il palazzo della Regione puntando il dito contro il previsto taglio di 77 dipendenti su 520 impiegati nella sanità pubblica e privata di Vicenza e Bassano. Una delegazione dei manifestanti è stata ricevuta dall'assessore alle Politiche sociali del Veneto Remo Sernagiotto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette lavoratori salgono sulla basilica di San Marco contro l'austerity

VeneziaToday è in caricamento