rotate-mobile
Cronaca Santa Croce / Fondamenta Santa Chiara

Cantieri al via a piazzale Roma, rivoluzione per approdi e vaporetti

Dall'8 aprile Insula e Pmv apriranno cantieri per manutenzione di gravi dissesti alla fondamenta Santa Chiara e per intervenire sull'imbarcadero

Mini rivoluzione a piazzale Roma riguardo approdi e partenze. In previsione di alcuni lavori che Insula (società addetta alla manutenzione urbana del centro storico) si appresta a eseguire per il ripristino di un tratto della fondamenta Santa Chiara e dell'approdo di piazzale Roma (a cura di Pmv), Actv ha programmato la chiusura e lo spostamento degli approdi di Parisi e Santa Chiara.

I lavori sono necessari per riparare alcuni gravi dissesti (tra cui la voragine di circa quattro metri apertasi vicino all'ufficio postale mesi fa) riscontrati sul muro di sponda e sulla pavimentazione, riconducibili all’azione delle normali maree e delle correnti generate dall’intenso traffico acqueo (all'inizio erano stati messi nel mirino anche i lavori di costruzione del nuovo albergo Santa Chiara, poi "scagionati" dalle accuse)

DATE E ORARI - Il primo approdo interessato sarà quello su riva Parisi a partire dall’8 aprile per circa 30 giorni. Santa Chiara, invece, sarà chiuso da fine aprile/primi maggio (a seconda del termine dei lavori a Parisi) per circa sette o otto mesi. Qui i lavori, oltre al ripristino del muro di sponda, prevedono anche la ristrutturazione completa dell’impianto di approdo per migliorarne il comfort e l’accessibilità.

LA PRIMA FASE - Le modifiche agli approdi verranno effettuate in due fasi: dall'8 aprile saranno ripristinati alcuni dissesti del muro di sponda attraverso lavori subacquei. Pertanto, verrà chiuso l’approdo di Parisi e verranno istituite due nuove fermate a Sant’Andrea dove saranno spostate le linee 4.1, 4.2, 5.1, 5.2 e 6; le linee 1 (salvo alcune corse del mattino), 3 (diretto Murano) e Vaporetto dell’Arte (VA) partiranno invece dall’approdo di Scomenzera. In questo periodo l’approdo di Santa Chiara non subirà alcuna modifica. Rispetto all'orario attuale, le linee 4.2 e 5.2 saranno anticipate di 2 minuti.

LA SECONDA FASE - Da fine aprile (al più dai primi di maggio) è previsto il rifacimento della pavimentazione davanti alla stazione dei taxi acquei e il consolidamento, da terra, della parte superiore del muro di sponda. Inoltre, sarà ripristinata la voragine, lunga 4 metri, apertasi davanti all’ufficio postale, attualmente transennata. Verrà anche ristrutturato l’impianto di approdo di piazzale Roma. Pertanto, verrà chiuso l’approdo di Santa Chiara e l’attracco delle linee 2 e N sarà spostato a Parisi. Le altre linee manterranno gli approdi dedicati a Sant’Andrea e Scomenzera come nella fase precedente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri al via a piazzale Roma, rivoluzione per approdi e vaporetti

VeneziaToday è in caricamento