rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Santa Croce / Giardini Papadopoli

Giardini Papadopoli, presentata la bozza del progetto di riqualificazione

Ancora niente di definitivo, ma gli assessori Maggioni e Rey hanno comunque discusso delle loro idee per il futuro del parco di piazzale Roma

Inizieranno i primi mesi del 2014, per concludersi alla fine di settembre dello stesso anno, gli interventi ai giardini Papadopoli, dove hanno anche sede l'asilo nido Onda e il centro operativo della polizia municipale. I lavori, finanziati dalla Legge speciale per un importo di circa 500mila euro, mirano a mettere in sicurezza e valorizzare la porta di accesso alla città, in cui attualmente bivaccano persone senza fissa dimora e tossicodipendenti. Gli assessori comunali ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, e al Commercio, Carla Rey, hanno incontrato all'Hotel Papadopoli i cittadini che frequentano e vivono in zona, per illustrare un progetto di riqualificazione e messa in sicurezza. Sono intervenuti, tra gli altri, il presidente e il vicepresidente della Municipalità di Venezia Murano Burano, Erminio Viero e Giorgio Tommasi, i tecnici del Comune di Venezia, i rappresentanti di Veritas.

I COMMENTI - "Non si tratta di un progetto definitivo - hanno precisato gli assessori - ma di un'idea di massima che intendiamo arricchire con le osservazioni dei cittadini, a partire dai genitori, dagli insegnanti e dai commercianti. Per farlo sarà sufficiente inviare una mail agli assessorati di competenza o alla Municipalità". Il progetto prevede il rifacimento della pavimentazione di calle Papadopoli e dell'area davanti all'albergo, per creare una zona interamente fruibile dai passanti. I giardini, su cui verranno realizzati dei percorsi in conglomerato drenante ecologico, saranno valorizzati grazie all'inserimento di altro verde e alla creazione di spazi per il gioco in cui svolgere attività ricreative all'aperto, con l'opportunità inoltre di disporre di un'area wifi. Infine si sta valutando la possibilità di installare dei chioschi per ospitare piccole attività commerciali. "Lo scopo - ha spiegato l'assessore Rey - è quello di 'presidiare' la zona con vari iniziative. Crediamo sia importante creare dei poli di attrazione per far fruire il parco da utenti diversi in momenti diversi della giornata". Per quanto riguarda l'asilo Onda, infine, sono previsti lavori per mettere in sicurezza l'accesso al "nido" tra cui l'inserimento di una siepe che costeggerà la rete di recinzione della scuola, in modo da evitare, anche sul piano visivo, intromissioni nell'area scolastica. Sarà inoltre installata una telecamera che, dalla centrale operativa della polizia municipale, punti all'ingresso dell'asilo. "In attesa che i lavori inizino e vengano completati - ha assicurato l'assessore Maggioni - faremo dei piccoli interventi per garantire comunque la sicurezza e la fruibilità della scuola e del giardino, affinché non siano più ricettacolo di sporcizia e degrado ma possano essere vissuti in tutta tranquillità. L'apporto della cittadinanza, che abbiamo voluto incontrare oggi, proprio in questo luogo, è per noi fondamentale e imprescindibile".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardini Papadopoli, presentata la bozza del progetto di riqualificazione

VeneziaToday è in caricamento