menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantieri per la nuova piazza, commercianti in crisi: per loro scatta lo sconto della Tari

A Maerne 35 attività potranno usufruire dell'agevolazione, dopo il calo degli affari dovuto alle transenne. Potranno decidere se intascarsi i soldi o girarli a un'associazione civica

Lavori per la nuova piazza di Maerne, il Comune riconosce le agevolazioni sulla Tari anche per le attività commerciali limitrofe all’area del cantiere. Trentacinque quelle interessate, che usufruiranno del taglio del 50% sulla parte variabile dalla Tari, dal luglio del 2016 fino a maggio di quest’anno. Insieme ai 17 esercizi commerciali che si erano trovati nel bel mezzo dei lavori, potranno ora anche decidere come utilizzare meglio i rimborsi: incassarli direttamente o “girarli” all’associazione Maerne Viva per l’organizzazione di eventi e iniziative in paese.

Lo sconto si allarga

Soddisfazione da parte di Confcommercio del Miranese e Maerne Viva, che fin dall’inizio avevano chiesto di riconoscere agevolazioni anche a quelle attività non direttamente coinvolte dai lavori ma che comunque avevano subìto disagi e un evidente calo di affari dalla presenza prolungata del cantiere nelle vicinanze. L’associazione di categoria e i commercianti locali si erano così appellati al Comune perché facesse proprio il comma della legge 549 del 1995, che prevede agevolazioni per quelle attività che hanno subito danni da lavori pubblici protratti oltre i sei mesi. Inizialmente il Comune di Martellago lo aveva fatto solo per le 17 attività all’interno dell’area di cantiere, a cui era stato riconosciuto il 100% del rimborso della Tari. Ora la metà del rimborso sarà concessa anche a quelle situate a est e a ovest delle transenne.

Due diverse possibilità

Le lettere di rimborso, con l’importo specifico per ogni singola attività, sono partite giovedì e fanno riferimento anche a due diverse possibilità di utilizzo del credito: incasso immediato o la possibilità, per il singolo commerciante, di versarlo a Maerne Viva, che utilizzerà i fondi per la promozione di eventi e iniziative a Maerne nei prossimi mesi. «Grazie al Comune per aver accolto le richieste dei commercianti, promosse dalla nostra associazione e da Maerne Viva - ha commentato il presidente di Confcommercio del Miranese, Ennio Gallo - è un provvedimento che abbiamo sempre ritenuto corretto nei confronti di attività che già soffrono un’innaturale concorrenza dei grandi supermercati e che con grandi difficoltà contribuiscono a mantenere vivi i nostri centri".

"Richieste ascoltate dopo un anno"

«Dopo quasi un anno finalmente il Comune ha deciso di accogliere le nostre richieste - aggiunge la presidente di Maerne Viva, Francesca Trevisan - si tratta di un piccolo contributo che certo non ripaga dei disagi subiti e della diminuzione delle vendite, ma che dimostra un’attenzione verso un settore in grande difficoltà e che svolge un importante ruolo nella rivitalizzazione del centro di Maerne. Ora speriamo che il Comune dimostri altrettanta sensibilità e attenzione anche per le proposte presentate dalla nostra associazione per il miglioramento dell’agibilità del centro, con particolare riguardo ai parcheggi e le fermate dei bus".

Il sindaco: "Ci sono voluti tempi tecnici"

"Il tema della piazza è stato indubbiamente molto sentito e quello che era possibile fare è stato fatto - ha sottolineato il sindaco di Martellago, Monica Barbiero - Ci sono voluti dei tempi tecnici, ma alla fine siamo riusciti a dare un segnale di comprensione per quello che i nostri commercianti hanno patito. La delibera che prevede il rimborso della Tari per chi ha subito disagi di diverso ordine e grado era dovuta e voluta".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

  • Cronaca

    Mose attivato nella notte, Venezia all'asciutto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento