Opere pubbliche: "Ok" della giunta al parcheggio in terraferma e ai lavori sui pontili

Approvata la delibera per realizzare un'area di sosta a Ca'Noghera, nella Parrocchia di Santa Caterina, e per la manutenzione di alcune strutture in centro storico

La giunta comunale ha approvato mercoledì la delibera per realizzare un parcheggio nella Parrocchia di Santa Caterina a Ca' Noghera, in via Paliaga, e per lo stanziamento dei fondi per la manutenzione o il rifacimento di alcuni pontili in centro storico, secondo un elenco individuato dalla direzione Lavori Pubblici.

Boraso: "Diamo risposte concrete ai cittadini"

"Con la deliberazione - ha commentato l'assessore alla Mobilità e Trasporti, Renato Boraso - è stata autorizzata la ditta Gaggiato Hotels a realizzare 790 metri quadrati di area adibita a parcheggio a favore della collettività. In accordo con la parrocchia di Tessera - ha spiegato Boraso - verrà realizzato un piccolo parcheggio fronte-chiesa a Ca' Noghera e si provvederà al completamento di una piccola area a parcheggio a fianco del cimitero di Dese, come da anni richiesto dalla Municipalità di Favaro Veneto.  Si tratta di un bell'esempio di attuazione del principio di sussidiarietà - ha aggiunto Boraso - in quanto, secondo le istanze del territorio e dell'amministrazione comunale, il privato realizzerà opere di dimensioni più modeste ma estremamente importanti per soddisfare le esigenze dei cittadini. Anche in questo caso il sindaco Luigi Brugnaro punta a tenere pienamente in considerazione tutte quelle che in campagna elettorale ha definito "città di Venezia", come appunto Ca’ Noghera e Dese".

Manutenzione e rifacimento di pontili in centro storico

Mercoledì la giunta riunita a Ca' Farsetti, ha approvato anche, su proposta dell'assessore al Lavori Pubblici, Francesca Zaccariotto, lo stanziamento dei fondi per la manutenzione o il rifacimento di alcuni pontili in centro storico, secondo un elenco individuato dalla direzione Lavori Pubblici del Comune.

“Si tratta di due interventi di microportualità – ha commentato l'assessore Zaccariotto – che dimostrano un costante impegno dell'amministrazione nella manutenzione e nel recupero delle strutture che permettono la vivibilità della nostra città. Da una parte andremo a ricostruire una barriera frangionde nella darsena in fondamenta Olivolo, nel canale di Quintavalle, dall'altra saremo impegnati coi lavori di manutenzione straordinaria di alcuni pontili di approdo destinati al carico e scarico merci e alle attività di Veritas. I pontili si trovano in calle Ca’ Corner della Regina (sestiere Santa Croce), in campo della Guerra (sestiere San Marco) e in calle rio Scoacamini (sestiere San Marco)”.
 
Il primo intervento (barriera frangionde) consiste nel ripescaggio dei pannelli sommersi, l’infissione di pali di fondazione in plastica riciclata con canalette laterali per l’inserimento di pannelli frangionda e la posa di pannelli in tavole di plastica riciclata. L’intervento previsto per i pontili di carico e scarico merci consiste invece nella demolizione dell’impalcato in legno, la successiva estrazione dei pali di fondazione in legno, l’infissione di pali di fondazione in plastica riciclata coestrusa e armati e la posa delle travi, sempre in plastica riciclata. Seguiranno la formazione del piano di calpestio con l’impiego di tavole in legno di larice e la posa del parapetto e salvagente anulare con boetta.

 “I lavori – aggiunge Zaccariotto – inizieranno nelle prossime settimane per concludersi con il mese di gennaio e avranno un costo di circa 85 mila euro. Soldi che vanno ad aggiungersi agli 1,3 milioni di euro per lavori eseguiti da questa amministrazione, per la manutenzione delle strutture lignee in acqua che necessitavano di essere sistemate o realizzate: tra queste ricordo gli oltre 250 mila euro per la realizzazione del nuovo pontile galleggiante dei taxi inserito nel piano di rifacimento del Gran Viale Santa Maria Elisabetta al Lido, e gli oltre trecento per la sistemazione dei pontili a San Michele,  del pontile Ramo Dragan, della stazione gondolieri Santa Maria del Giglio, dell’approdo taxi vicino ponte Papadopoli, del pontile di carico scarico al Ghetto e del pontile di calle Giustian. Sono tutti lavori pubblici fondamentali - conclude l'assessore - per garantire la vivibilità del centro storico e delle isole, che sono peculiari nella nostra città, ecco perché continuiamo a sostenere, come amministrazione Brugnaro, la necessità di un continuo rifinanziamento della Legge Speciale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento