menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera di accusa di ex vu cumprà: "Abusivismo è in mano alla Mafia"

Il messaggio di Mamadou Ndou, per 30 anni venditore abusivo in Italia, è stato pubblicato sul sito Jesoloforum: vuole consigliare la classe politica

Una lettera di accusa. Come riporta la Nuova, Mamadou Ndou, ex commerciante abusivo, o, come sono soliti essere chiamati, "vu cumprà", oggi è un anziano senegalese, tornato in patria nella sua Dakar, dopo aver vissuto per oltre 30 anni in Italia. Proprio dalla capitale del Senegal, l'uomo ha scritto una lettera che sta facendo molto discutere, pubblicata sul sito internet Jesoloforum.

Il contenuto. Nella lettera Ndou si "permette" di dare due consigli alla classe politica d'oggi, quella del 2015 come la definisce lui stesso, dall'alto della sua trentennale conoscenza dei collaudati metodi che garantiscono il quotidiano rifornimento dell’abusivismo. "In primo luogo - scrive - se veramente volete fermare i miei vecchi e nuovi compagni di sventura, fermate la produzione dei “tarocchi” e le loro fabbriche. E le mafie che di quelle fabbriche sono i veri titolari e padroni. Fabbriche e laboratori che senza mafia e senza protezioni politiche non potrebbero esistere. Spero che questo vi sia abbastanza comprensibile. In secondo luogo - prosegue - fermate i furbi che fingono di indignarsi, ma che con l’altra mano, pensando di fare l’affare, comprano i nostri e vostri “tarocchi” come fossero veri Vuitton, Fendi, Rolex, Panerai, Ray Ban o Cartier, ecc. Solo se riuscirete a sconfiggere il malaffare dei produttori e l’ipocrisia dei falsi benpensanti riuscirete a sconfiggere l’abusivismo e assieme ad esso anche lo sfruttamento dei miei poverissimi, impotenti e maltrattati compagni di sventura. Correre dietro ai poveri - conclude il senegalese - non è un glorioso esercizio e non ha mai portato bene a nessuno.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento