menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera aperta di Femca Cisl a Matteo Renzi: "Il suo governo dov'è? Cosa sta facendo?"

Il cuore del problema ruota intorno a Eni e ai nuovi progetti per Raffinazione e Chimica, domande aperte e preoccupazioni che la Cisl auspica vengano inoltrare al Presidente

Quella che segue è la lettera che il Segretario Generale Femca Cisl, Massimo Meneghetti, e il Segretario Comparto Chimico Femca Cisl, Giuseppe Callegaro, hanno scritto riguardo Eni e Versalis e che il prossimo lunedì verrà inoltrata al Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, affinché la consegni al Presidente del Consiglio Matteo Renzi in occasione del vertice Italia-Francia previsto per il prossimo 8 marzo proprio nel capoluogo veneto.

"Illustratissimo Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, abbiamo provato in tutti i modi a organizzare un 

incontro con Lei, in occasione del vertice Italia-Francia previsto il giorno 8 marzo, per illustrarle tutte le 

preoccupazioni e i timori che interessano i lavoratori di Eni e Versalis, dopo l'annuncio da parte dell'AD 

di Eni Claudio Descalzi, intervenuto lo scorso 30 ottobre, in merito alle nuove strategie di Eni sui settori 

della Chimica e della Raffinazione.

Ma ogni tentativo purtroppo è risultato vano; abbiamo pertanto deciso di inoltrarle la presente missiva.

Troppe aziende hanno chiuso in questi anni a Porto Marghera e troppi posti di lavoro si sono persi sino 

ad ora. Troppi accordi si sono fatti con una mano, spesso smentiti con l'altra. Da 40.000 lavoratori il polo 

chimico locale è sceso a circa 3500 occupati, tra diretti e indiretti e l'Eni su questo ha grandi 

responsabilità. 

Finalmente dopo anni di lotta siamo arrivati a accordi importanti di riconversione della Raffineria e del 

Cracking di Versalis, intese sottoscritte anche dal Governo che Lei rappresenta e che nel giro di qualche 

mese sono state messe in discussione. L'azienda infatti ha prima annunciato lo slittamento di tre anni 

del secondo step di completamento della locale Bioraffineria e poi la vendita del 70% delle quote di 

Versalis a un fondo Americano - Iraniano.

In ballo ci sono investimenti per circa 300€ milioni e quasi 2000 posti di lavoro. Infatti lo slittamento 

consistente delle tempistiche per il completamento della Bioraffineria non rende poi cosi certo e 

scontato tale progetto, come tutti temono che senza la maggioranza delle quote di Versalis in mani 

Italiane, i siti di questa importante azienda chimica, siano spremuti sino all'osso fino a quando il prezzo 

del greggio rimarrà basso, con la successiva vendita degli impianti piu' redittizzi e la chiusura di quelli 

meno performanti. Molte, a questo punto, sono le domande che ci poniamo, come: 

1) Il suo Governo dov'e' e cosa sta facendo? 

2) Considera ancora strategici i settori della Chimica e della Raffinazione?   

3) Come intende gestire una vicenda così complessa?

4) Quali soluzioni è in grado di fornire al fine di garantire il rispetto degli accordi e di sostenere queste 

realta', gli investimenti e l'occupazione? 

5) Perche' Cassa Depositi e Prestiti non puo' essere una valida soluzione per gestire la vicenda Versalis, 

come invece fatto per Saipem e Snam?

6) Cosa farà il suo Governo e quali strumenti metterà in campo per completare le bonifiche e favorire il 

progetto, concordato a livello locale, di riqualificazione industriale/logistico/portuale di quest'area 

strategica? 

Sono queste le domande a cui i dipendenti di Eni e Versalis chiedono risposte. Qui a Porto Marghera non 

si vogliono difendere posizioni di comodo, ma si lotta da troppo tempo per difendere la propria dignità e 

il posto di lavoro, diritti irrinunciabili che devono diventare le priorità del suo Governo.

In attesa di un suo, auspichiamo, celere riscontro, la salutiamo cordialmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento