Stanziati 225mila euro per restaurare il Liceo Artistico

Il primo intervento ha riguardato la rimozione di alcune piante e la messa in sicurezza del giardino, poi si procederà con bagni, porte e serramenti

Si sono conclusi gli interventi a cura della Provincia di Venezia di potatura e messa in sicurezza delle piante storiche conservate nel giardino del Liceo artistico statale di Venezia. Si è trattato di due “sophore” e una “broussonetia”, e l’abbattimento di una robinia, con la rimozione di una seconda pianta ormai vetusta, caduta a causa del temporale e del forte vento di scirocco della scorsa settimana. Le imbarcazioni per il trasporto del materiale residuo hanno già terminato anche la fase successiva di smaltimento del legname, accatastato durante i lavori nel giardino e segnalato opportunamente con un nastro da cantiere per ragioni di sicurezza.

OBIETTIVO SICUREZZA - Il liceo artistico di Venezia ha sede principale nel palazzo Basadonna Recanati a San Trovaso, un complesso seicentesco, con origini gotiche, che ha visto nella fase progettuale l’intervento dell’architetto Baldassare Longhena. Una sede prestigiosa, con un ampio giardino prospiciente le Gallerie dell’Accademia, anch’esso storico manufatto architettonico. Il giardino è infatti di origine ottocentesca, a firma dell’architetto Iapelli, lo stesso progettista del caffè Pedrocchi di Padova, e soggetto ai vincoli del codice per i beni culturali. La Provincia di Venezia, che ne cura la conservazione e manutenzione, aveva da tempo inoltrato alla soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio un progetto di manutenzione e abbattimento di alcune piante, ma le condizioni atmosferiche avverse della scorsa settimana hanno dato un’accelerazione ai lavori già previsti e autorizzati lo scorso 15 maggio. Anche il comando provinciale dei vigili del fuoco aveva rilevato la necessità di procedere quanto prima alla potatura e all’abbattimento di alcune piante, da qui l’intervento urgente e la chiusura dell’istituto scolastico per due giorni, essendo il giardino una delle vie di fuga degli studenti in caso di emergenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I COMMENTI - L’assessore provinciale all’edilizia scolastica Giacomo Gasparotto ha dichiarato: “L’intervento realizzato sul giardino fa parte di una serie più ampia di lavori straordinari riguardanti palazzo Basadonna Recanati, che abbiamo valutato e concordato con la dirigente scolastica in occasione di un nostro recente sopralluogo al liceo artistico insieme alla presidente Francesca Zaccariotto. Gli interventi sono stati approvati dalla giunta lo scorso aprile, e prevedono un investimento di 225mila euro riguardanti non solo il giardino dell’istituto, ma anche i servizi igienici – devastati negli anni addietro durante i lunghi periodi di occupazione studentesca – le porte, i serramenti, la sicurezza in generale. Stiamo mantenendo tutti gli impegni presi per cercare di risolvere i problemi dell’istituto, nonostante risorse sempre più scarse. Il nostro obiettivo è consentire per il prossimo anno scolastico a settembre l’apertura delle scuole del territorio senza problemi, e se ciò è possibile è grazie alle scelte operate da questa giunta in materia di manutenzione continua e straordinaria dei nostri edifici scolastici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

Torna su
VeneziaToday è in caricamento