Via libera ai centri estivi: pronte le linee guida per gli 0-3 anni, ma per ora non partono

Solo i centri per i bambini dai 3 anni in su potranno partire, in attesa del Governo. Le strutture accreditate dovranno presentare un modulo al Comune e sottoscriverne uno con i genitori

Con lettera a sindaci, Ulss, Ufficio scolastico regionale, associazioni dei servizi per l’infanzia e fattorie didattiche, nonché ai pediatri di famiglia, l’assessore regionale alla Sanità e al sociale della Regione Veneto Manuela Lanzarin dà notizia dell’entrata in vigore delle "Linee di indirizzo per la riapertura dei servizi per infanzia e adolescenza 0-17 anni" elaborate dalla Direzione prevenzione della Regione del Veneto. Con una specifica: allo stato attuale saranno attivati solo i servizi rivolti ai bambini con età superiore ai 3 anni. «I nidi 0-3 anni - spiega Lanzarin - verranno attivati a partire da una data che sarà successivamente indicata, anche a seguito delle interlocuzioni in corso con le strutture nazionali di riferimento».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insieme alle linee guida, la Regione ha diffuso i due moduli da compilare per i gestori: uno per dichiarare il possesso dei requisiti e il progetto organizzativo e l’altro per far sottoscrivere alle famiglie il patto di responsabilità reciproca. «In questo modo - chiarisce l’assessore - semplifichiamo l’attivazione di centri estivi, Grest e servizi ricreativi per bambini e ragazzi». Il gestore dovrà trasmettere al Comune competente, prima dell’avvio dell’attività, la dichiarazione di presa visione e impegno di riseptto delle linee di indirizzo regionali. Dovrà, inoltre, sottoscrivere con le famiglie dei bambini il “patto di responsabilità reciproca”: non sarà quindi necessario il rilascio di approvazioni aggiuntive da parte delle Ulss e dei Comuni di riferimento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento