Cronaca

Lite a Venezia per un telefono, in tasca un coltello: interviene la polizia municipale

È successo martedì a mezzogiorno. Nel pomeriggio di mercoledì operazioni antidroga al Bissuola e nel quartiere Piave. Sequestrati due etti di marijuana grazie al fiuto di Kuma

Si è reso necessario l'intervento di due pattuglie per sedare una lite tra stranieri. È successo martedì verso le 12, in Campo della Carità a Venezia, protagonisti tre senza tetto, due cittadini ungheresi, un uomo e una donna, e un cittadino moldavo. Il motivo del contendere, stando alla ricostruzione degli agenti della Municipale, un telefono cellulare nelle mani del magiaro, il cui furto era stato denunciato proprio nei giorni scorsi.

Lite per un cellulare

Giunti sul posto gli agenti hanno dapprima sedato la rissa, poi verificato che il telefono fosse realmente quello rubato. I facinorosi sono stati quindi accompagnati negli uffici del Nucleo operativo per la prosecuzione degli accertamenti. A seguito di perquisizone personale, il cittadino ungherese è stato trovato anche in possesso di un coltello a serramanico, con lama di 7 centimetri. Inoltre, insieme alla compagna, è risultato occupare in maniera abusiva una casa sfitta in prossimità dell'aeroporto Marco Polo, dove è stata trovata altra refurtiva. Inevitabili le denunce per ricettazioni e porto di arma da taglio.

Sequestro di marijuana

La polizia locale è stata impegnata anche in un'operazione antidroga e degrado al parco Albanese e nel rione Piave nel pomeriggio di mercoledì. Al Bissuola, nella fattispecie, sono stati sequestrati due etti di marijuana disseminati in varie zone dell'area verde, sia interrati che nascosti all'interno di lattine di cola. Sempre all'interno del parco è stato identificato e sanzionato un cittadino nigeriano di 28 anni in stato di ubriachezza, che è stato a lungo piantonato sul posto e infine allontanato. Le attività si sono poi spostate in centro a Mestre, in via Carducci, dove una ragazza italiana senza fissa dimora, che stava urinando sulla pubblica via, è stata sanzionata per atti contrari alla pubblica decenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite a Venezia per un telefono, in tasca un coltello: interviene la polizia municipale

VeneziaToday è in caricamento