menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vede una lite molto accesa e chiama la polizia: identificato un clandestino tunisino

Un residente avrebbe chiamato le forze dell'ordine alle 23.20 di venerdì. Il diverbio si era scatenato in Campo Santa Margherita tra l'edicola ed un bar. I due sono stati fermati

Erano da poco passate le 23 di venerdì sera quando alla polizia è giunta una segnalazione da parte di un cittadino. L'uomo stava passando da Campo Santa Margherita a Venezia quando avrebbe notato una lite molto accesa tra due individui. La zona in cui i due stavano per alzare le mani a vicenda era quella tra il bar e l'edicola del Campo.

Il residente, chiamando le forze dell'ordine, ha cercato di descrivere al meglio i due contendenti, riportando i tratti somatici e anche l'abbigliamento. È stato proprio grazie alla descrizione fornita dell'uomo che la polizia, una volta giunta sul luogo, avrebbe rintracciato e fermato i due. Fortunatamente le forze dell'ordine sarebbero intervenute prima che la lite degenerasse in peggio.

Durante l'identificazione però, uno dei due rissosi è risultato essere K.H., un cittadino tunisino di 26 anni con a carico un avviso del Questore di Pordenone per allontanarsi dal territorio nazionale in quanto clandestino. Il ragazzo è stato prontamente condotto negli uffici della Questura di Santa Chiara ed è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento