Litiga con i genitori e scappa di casa a Lecce, ritrovato a Venezia

Un 16enne è fuggito con l'intenzione di raggiungere gli zii in Friuli. E' stato individuato giovedì sera appena sceso dal treno a Santa Lucia

Era bastata una normale discussione con i genitori per spingere un ragazzo di 16 anni della provincia di Lecce ad allontanarsi di casa e far perdere le proprie tracce, scaraventando i genitori in una spirale di preoccupazione e paura. Una vicenda che dalla lontana Puglia si è conclusa alla stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia, dove il ragazzo è stato individuato e rassicurato. Contento che la sua fuga da casa si fosse finalmente conclusa. L'allarme è scattato giovedì, quando i genitori del ragazzo hanno raggiunto la questura del capoluogo salentino denunciando la scomparsa del figlio. 

Subito è stato attivato il protocollo di ricerca, che consente in caso di minorenni di far scattare una serie di accertamenti tecnici, compresa la geolocalizzazione del cellulare dell'adolescente. E' stato grazie a questo passaggio che gli inquirenti hanno capito in quale zona avrebbe potuto trovarsi il ragazzo, e soprattutto che con ogni probabilità si trovava a bordo di un treno che si stava muovendo nelle vicinanze di Rovigo. La descrizione del 16enne è stata quiindi diramata a tutte le pattuglie della polizia ferroviaria del Veneto, soprattutto per la tratta tra Rovigo e Venezia, controllando gli arrivi negli scali padovani, mestrini e lagunari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’arrivo dell’ultimo convoglio Freccia Argento Roma – Venezia delle 23.30, monitorando il flusso dei viaggiatori in discesa, gli agenti della polfer in servizio nella stazione di Venezia Santa Lucia hanno quindi individuato un ragazzo con caratteristiche somatiche corrispondenti a quelle del leccese. Fermato, il giovane ha subito ammesso di essersi allontanato da casa per alcuni dissapori con i genitori e di essere fuggito con l'intenzione di raggiungere l'abitazione degli zii materni, residenti in Friuli. Nello stesso tempo, però, ha anche spiegato di essere contento di essere stato rintracciato. A Venezia alla fine è arrivato lo zio, cui il ragazzo è stato affidato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento