menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liti violente per gelosia o ricatti a Mestre: due uomini aggrediti dalle "loro" donne

Due litigi a stretto giro di posta. Il primo a causa delle pretese di un'ex amante, il secondo per motivi di gelosia. In entrambi i casi i poliziotti hanno tranquillizzato gli animi

Sono intervenuti due volte. In entrambe le circostanze gli agenti di polizia hanno dovuto sanare delle liti a sfondo amoroso. Gli episodi si sono registrati a distanza di 24 ore l'uno dall'altro a Mestre, con gli uomini a finire vittima della gelosia o della ritorsione di (ex) amanti. In un caso ci si è dovuti rivolgere anche alle cure del pronto soccorso.

La moglie era all'oscuro di tutto. Nella tarda mattinata di venerdì un uomo residente a Mestre ha contattato il 113 per riferire di una lite in corso con l'ex amante, dalla quale aveva avuto un figlia 5 anni prima: la donna si occupava delle pulizie di casa e da lì era scoccata la scintilla e la storia "clandestina". Oltre ad esserne nata una bambina.

Dopo la rottura della storia, l'uomo per tenere l'ex in silenzio le aveva comprato una casa e inviava regolarmente del denaro per il mantenimento della figlia. Ma la donna, una 47enne di origine marocchina, ad un certo punto avrebbe deciso di pretendere di più, avanzando ulteriore pretese. Il diverbio sarebbe quindi sfociato in un vero e proprio litigio, con l'amante che avrebbe deciso di rivelare tutta la storia fino ad allora insabbiata alla moglie dell'uomo. L'intervento degli agenti è stato necessario per calmare gli animi, e informare i "protagonisti" delle proprie facoltà di legge.

Sempre una faccenda di cuore alla base di un secondo intervento della polizia, questa volta in via Pasqualigo, a 24 ore di distanza. Una residente del posto avrebbe contattato il 113, riferendo di una violenta lite in corso in una villetta singola. La volante della polizia è quindi intervenuta poco dopo, ritrovandosi nel bel mezzo di un litigio per gelosia. Proprio la donna che aveva lanciato la segnalazione, infatti, si era presentata a casa della coppia, presentandosi come amica dell'uomo. La compagna di lui, però, non avrebbe preso bene questa "conoscenza", sospettando ci potesse essere qualcosa di più di un'amicizia, e ne sarebbe nata la lite. Giunti sul posto, i poliziotti hanno tranquillizzato gli animi.

Sul posto si è portata anche un'ambulanza del 118, contattato dalle forze dell'ordine. I sanitari hanno prestato le prime cure alla donna della coppia, trasportandola poi all'ospedale dell'Angelo. L'uomo invece, con evidenti segni di aggressione, si è recato autonomamente al pronto soccorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sciopero Actv, i lavoratori bloccano il ponte della Libertà

  • Attualità

    Da lunedì riaprono i musei civici di Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento