Uscite di sicurezza e di emergenza non a norma: chiusa area esterna di un locale

Blitz della polizia e dei vigili al Caraibi Sottomarina: nel punto di raccolta in caso di emergenza c'erano delle macchine parcheggiate

I sette estintori avevano la data di revisione scaduta, nello spazio che sarebbe dovuto essere un punto di raccolta delle persone in caso di pericolo  erano parcheggiate delle auto; risultavano inoltre partecipare alla manifestazione 375 avventori, dai 16 anni in su, ma la capienza della tensostruttura è di 192 persone. Per questo, con un'ordinanza firmata dal sindaco, è stata chiusa l'area esterna del locale Caraibi Sottomarina a Chioggia. Fino a che la proprietà non metterà tutto in regola, la zona all'esterno non potrà essere aperta. 

La tensostruttura del locale, che aveva regolari autorizzazioni, di fatto era chiusa, mentre l’attività di pubblico spettacolo aveva luogo in un'altra area del locale all'aperto, che è risultata priva di uscite di sicurezza e di emergenza a norma. Il blitz della polizia locale e della polizia risale a sabato sera. «Ogni attività commerciale deve essere in regola, in ogni periodo dell'anno - spiega l'assessore alla polizia locale di Chioggia Genny Cavazzana -. Il rispetto delle normative e la sicurezza vanno messe al primo posto, sempre. Non possiamo permettere che sussistano situazioni simili a quelle che hanno portato a tante tragedie di cronaca recente. Non appena i titolari si metteranno in regola secondo le disposizioni della normativa di settore, potranno riaprire l'attività di pubblico spettacolo all'aperto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: l'affluenza si ferma al 21,73%

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento