Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca Ponte dell'Accademia

Da Facebook alle calli, via ai raid del "Fronte liberazione lucchetti"

Un gruppo di veneziani si è organizzato attraverso i social network per eliminare i ferramenti attaccati ai ponti della città dagli innamorati

A Venezia i “lucchetti dell'amore” hanno le ore contate. Armati di cesoie e di una mappa elettronica sono entrati in azione gli attivisti del "Fronte Anarcolettico di Liberazione dei Lucchetti Ora", meglio conosciuti con l'acronimo F.a.l.l.o., a metà tra il serio e il faceto.

IL METODO - I difensori della venezianità, come indica il Corriere del Veneto, si sono dati l'obiettivo di salvaguardare i monumenti della città storica e hanno deciso di dare battaglia ai seguaci della moda lanciata dai romanzi di Federico Moccia. In pochi giorni i “giustizieri dei lucchetti” hanno messo a segno numerosi interventi su ponti veneziani togliendo circa un quintale di materiale da loro chiamato "drago d'acciaio", principalmente “tagliato via” dai corrimano del ponte dell'Accademia.

SUL WEB - Novelli San Giorgio, oltre alle indispensabili cesoie gli attivisti dell'organizzazione utilizzano web e social network per raccogliere informazioni sulla distribuzione dei lucchetti a Venezia e informare cittadini e simpatizzanti sulle loro azioni. Sulla loro pagina Facebook è possibile consultare la mappa elettronica degli interventi, dove si possono trovare segnalati tanto gli interventi da compiere quanto quelli già realizzati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Facebook alle calli, via ai raid del "Fronte liberazione lucchetti"

VeneziaToday è in caricamento