menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ponte dell'Accademia prima della pulizia

Il ponte dell'Accademia prima della pulizia

Continua la battaglia contro i lucchetti sui ponti: "Rimossi 1.500 dall'Accademia"

Venerdì mattina la polizia municipale di San Marco ha tolto il 95% degli "intrusi". I turisti hanno formato dei veri e propri "grappoli" sul corrimano. Si rischiano multe fino a 500 euro

Blitz anti lucchetti degli agenti della polizia municipale di San Marco sul ponte dell'Accademia nelle prime ore di venerdì mattina, quando ancora l'afflusso di turisti non è così ingente. Sono stati rimossi circa 1.500 pezzi, a dimostrazione che la moda di apporre "ferraglia" sui ponti, e soprattutto su uno dei principali di Venezia, non si è affievolita con il passare del tempo. Anzi, con il tempo i visitatori avevano formato dei veri e propri grappoli, complice la mancanza di spazio dove attaccare i lucchetti. Il corrimano era stato modificato proprio per contrastare questo tipo di malcostume.

Secondo i vigili, almeno il 95% dei pezzi sarebbero stati rimossi dal ponte sul Canal Grande, lasciando solo quelli risultati troppo grossi per essere tagliati con un normale trancino. Quest'ultimi saranno oggetto di un futuro intervento ad hoc. L'attenzione degli agenti si è concentrata anche su altri ponti del centro storico lagunare: sono stati ripuliti il ponte della Malvasia (120 pezzi), il ponte di Sant'Antonio (400 pezzi), il ponte di San Maurizio (350 pezzi), il ponte di San Giustinian (100 pezzi). L'intervento è stato effettuato tra le 7 e le 9. Chi viene sorpreso "in flagrante" a posizionare lucchetti su monumenti, ponti ed elementi di arredo urbano rischia una multa  che può arrivare fino a 500 euro. Nei giorni scorsi altri "blitz" di questo tipo hanno interessato il centro storico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento