menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marchio europeo, ma erano luci cinesi: maxi-sequestro a Jesolo

Controlli della guardia di finanza intensificati: venerdì hanno trovato luminarie natalizie a led contraffatte, per una lunghezza totale di 60 chilometri

Luminarie non a norma, che avrebbero potuto provocare incendi in casa. Ne hanno sequestrate 350 mila le fiamme gialle del comando provinciale, grazie all'intensificazione dei controlli in prossimità delle festività. Le luci led natalizie avevano marchio “CE” contraffatto ed erano potenzialmente pericolose perché prive dei certificati di conformità per la sicurezza dei consumatori.

Nella rete dei controlli è finito un esercizio commerciale di Jesolo, gestito da un imprenditore di nazionalità cinese, nel quale sono state trovate e sequestrate le luminarie. Individuata anche la ditta fornitrice situata nella Brianza, utilizzata anche come deposito di merce. Dopo un preliminare stoccaggio le luminarie venivano commercializzate attraverso i vari punti vendita. Gli articoli erano confezionati con materiali di scarsa qualità e sulle confezioni era apposto il falso marchio “CE”, su adesivo anziché stampato.

La merce era totalmente carente delle caratteristiche tecniche di sicurezza a norma di legge, come ad esempio la lunghezza minima del cavo tra la spina di accensione e la prima lampada (dovrebbe essere di almeno 1,5 metri), oppure la sezione minima del cavo di corrente: esattamente le caratteristiche che costituiscono le maggiori cause di rischio di incendio nelle abitazioni.

Le luci sequestrate, del valore di circa 250 mila euro, in totale avrebbero coperto una distanza di circa 60 km. La merce è stata sequestrata, mentre i titolari delle due attività commerciali sono stati denunciati per vendita di materiale con marchio contraffatto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento