Cronaca Marcon

Lunedì e martedì è sciopero della logistica

È previsto un presidio dalle 8 alle 14, lunedì 29, a Marcon in via Venier davanti alla sede Fedex

Lunedì e martedì è sciopero per il rinnovo del contratto e della logistica e trasporto merci e spedizioni, che in Italia interessa più di 1 milione di lavoratori. Il Contratto collettivo nazionale di lavoro è scaduto da oltre 14 mesi, le trattative nel 2020 per il rinnovo sono state sospese a causa della pandemia.

Il 2021 ha visto la ripresa del confronto fra sindacati e associazioni datoriali ma a due mesi di trattative le posizioni delle controparti non sono cambiate. Per i sindacati: «viene chiesto un taglio del costo del lavoro, modifiche peggiorative sul trattamento della malattia, delle festività che ricadono nei sabati e domeniche, una riduzione della paga base in funzione dell’andamento dei bilanci aziendali, l'eliminazione della clausola sociale in caso di cambio di appalto e maggiore flessibilità». Il sindacato si è reso disponibile a rinnovare il Ccnl solo sulla parte economica senza modifiche degli aspetti normativi, senza giungere a un accordo. Le sigle Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno proclamato sciopero nazionale lunedì per l'intera giornata e martedì per tutto il giorno, solo per le imprese di autotrasporto. Ad esclusione dei servizi essenziali regolati dalla legge 146. È previsto a Venezia un presidio dalle 8 alle 14, lunedì 29, a Marcon in via Venier davanti alla sede Fedex.

«Per il Veneto – dichiara Romeo Barutta, della segreteria regionale Filt Cgil - parliamo di un numero di addetti che si avvicina alle 100.000 unità. Sono 1.800 le imprese artigiane. In un anno si consegnano fino a 12.000.000 di pacchi. Il nostro territorio produce il 13% del Pil dell’intero settore nazionale, dietro solo alla Lombardia. Vengono attivati 35.000 contratti interinali all’anno, dal che si desume che oltre un terzo degli addetti lavora in condizioni di precarietà».

«Il ruolo dei lavoratori della logistica, del trasporto merci e degli spedizionieri è diventato ancor più importante in emergenza sanitaria - scrivono Jonatan Montanariello, consigliere regionale del Partito Democratico, e Francesca Zottis vicepresidente dell’assemblea di Palazzo Ferro Fini, sulla mobilitazione di due giorni, lunedì e martedì, promossa da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti -. Il rinnovo, considerato il contributo dato da queste persone durante la pandemia, è forse qualcosa di più di un atto dovuto e non è accettabile che le associazioni datoriali propongano addirittura un salto indietro, come denunciato dai sindacati. Ci auguriamo le trattative possano riprendere presto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lunedì e martedì è sciopero della logistica

VeneziaToday è in caricamento