Un magazine per portare gli insetti in tavola: cavallette e grilli sono ricchi di proteine

Il progetto di creare un sito web decidato al tema è del giornalista mestrino Lorenzo Pezzato che ha voluto approfondire il tema e portare la conoscenza su larga scala

Il 2015 è stato l'anno di Expo, la fiera universale che ha portato in Italia le culture culinarie e non di tutto il mondo. Certo, questo non significherà che la classica nonna veneta si metterà a cucinare cavallette fritte o locuste al posto della bistecca di maiale, ma sicuramente la curiosità di capire altre culture è cresciuta di molto nell'ultimo periodo.

Come riporta La Nuova Venezia, la conferma arriva anche Lorenzo Pezzato, un 40enne giornalista mestrino che si è messo a studiare a fondo il tema. A novembre infatti, in collaborazione con il dottor Pierluigi Mozzato, il goirnalista ha creato il primo magazine online italiano che si occupa di insetti commestibili.

Cavallette, locuste, grilli, in pochi mesi il sito "entemofogo.eu" ha ottenuto migliaia di visualizzazioni grazie anche alla cura dei loro contenuti. Il progetto, come raccontano i protagonisti, sarebbe nato quasi per caso, dopo che Pezzato si sarebbe imbattuto nell'argomento insetti, uscito alla ribalta con Expo. Il giornalista si sarebbe subito incuriosito ed avrebbe approfondito il tema tanto che, mesi dopo, avrebbe deciso di creare il magazine, primo in Italia specializzato nel settore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'idea del giornalista ora sarebbe quella di trasformare il magazine online anche in cartaceo per far espandere ancora di più la conoscenza del tema. Secondo Pezzato infatti, gli insetti sarebbero un'ottima alternativa alla carne, contenendo molte proteine. Secondo Pezzato inoltre questa sarebbe l'alba di una nuova filiera produttiva che potrebbe portare appunto gli insetti sulle tavole degli italiani. Ci sarebbero già infatti alcune società che stanno sperimentanfo alcuni prodotti derivati dagli insetti commestibili, non resta quindi che aspettare e vedere se Expo ha veramente contaminato la nostra cultura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento