menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo su Venezia: domenica sera picco di marea a 110 centimetri, pioggia fino a martedì

Poco prima della mezzanotte la città sarà allagata per il 12% e scatta l'allerta "codice arancio": lo scirocco porta temporali ma anche un sensibile aumento delle temperature

Un weekend di alta marea e maltempo, con quest’ultimo che poi si protrarrà almeno fino a martedì. Le informazioni a riguardo arrivano dal centro previsioni e segnalazioni maree del Comune di Venezia, che per la serata di domenica (intorno alle 23.45) ha previsto una punta massima di marea di 110 centimetri. Sarà acqua alta nelle zone più basse del centro storico. Causa dell’evento è la perturbazione atlantica che sta generando una saccatura sul Golfo di Genova. Questa a sua volta è all’origine dei venti di scirocco che stanno interessando il mare Adriatico, e che portano piogge consistenti in laguna. La possibilità di precipitazioni con il passare delle ore dovrebbe attenuarsi. La sirena di allertamento dell'acqua alta del Lido di Venezia non è funzionante: "I tecnici del Centro di previsione maree sono al lavoro per il ripristino", avverte il Comune.

Situazione in Regione

A livello regionale, non è da escludersi neppure qualche nevicata in quota, secondo il bollettino delle 9 di mattina dell'Arpav, l'agenzia ambientale regionale: per gran parte della domenica, fiocchi cadranno in prevalenza attorno ai 2000 metri e poi scenderanno fino ad arrivare ai 1300/1500 sulle Prealpi e a 1100/1300 sulle Dolomiti. Grazie allo scirocco le temperature rispetto a sabato dovrebbero essere in sensibile aumento, ma il vento si farà sentire sulla costa. Anche i valori notturni saranno sopra la media, mentre quelli diurni presentano un andamento irregolare rispetto alla norma.

Maltempo anche nei prossimi giorni

Secondo l'Arpav ci saranno "fino a martedì condizioni cicloniche ad opera di due basse pressioni, una di origine atlantica e una di origine artica, che porteranno frequente nuvolosità e precipitazioni in particolare domenica. Tra mercoledì e giovedì ancora situazione depressionaria, seppur in attenuazione; il tempo sarà variabile". 

Stato di prellarme

La protezione civile nel pomeriggio ha confermato lo stato di "preallarme" nelle zone dell’Alto Piave, (provincia di Belluno), del Basso Brenta-Bacchiglione (province di Padova, Vicenza, Verona, Venezia e Treviso), del Livenza, Lemene e Tagliamento (province di Venezia e Treviso), nonché del Basso Piave, del Sile e del bacino scolante della Laguna. Con particolare attenzione vengono seguiti i corsi d’acqua del Muson, del fiume Bacchiglione, nei suoi passaggi più critici a ponte degli Angeli, a Vicenza, e a Longare, dove le previsioni di scenario idrometrico indicano per domani il passaggio dell’onda di piena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Mestre

Avviata la riqualificazione di piazzale Cialdini con il nuovo ponte sull'Osellino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento