Cronaca

Maltempo, preoccupano i livelli di Tagliamento e Lemene

Innalzamento del livello idrometrico della rete idraulica principale a seguito delle precipitazioni della notte appena trascorsa

Tagliamento (foto d'archivio)

Le precipitazioni della notte appena trascorsa hanno causato un sensibile aumento dei livelli dei fiumi veneti, in particolare Tagliamento e Adige, per i quali il centro funzionale decentrato della protezione civile della Regione prevede possibili criticità. Per questo motivo, è stato emesso un avviso di allerta valido fino alle 20 di giovedì prossimo, 29 ottobre.

Stato di attenzione per la rete idraulica

Lo stato di attenzione (allerta gialla) è esteso anche alla rete idraulica principale di Livenza, Lemene e Tagliamento per la provincia di Venezia. Gli altri bacini regionali interessati sono Adige-Garda e Monti Lessini; Po, Fissero-Tartaro-CanalBianco e Basso Adige; Basso Brenta-Bacchiglione.

Solo sabato scorso, il sindaco di San Michele al Tagliamento aveva partecipato alla mobilitazione sul fiume per la realizzazione delle opere di mitigazione contro il rischio idraulico. «Nonostante il periodo segnato dall’emergenza e le continue restrizioni imposte per non creare assembramenti - ha sottolineato Codognotto - oltre 500 persone hanno dimostrato una grande sensibilità e affetto nei confronti del loro territorio. Assieme a noi ben 4 sindaci della provincia di Udine hanno partecipato in pieno accordo per trovare la soluzione ad un problema che da decenni con forza e determinazione denunciamo. Non vogliamo che venga stravolto il Tagliamento - ha concluso il primo cittadino - però ci dovrà pur essere una priorità di sicurezza idraulica. Non ci si può dimenticare che tutti gli studi finora fatti da autorevoli esperti ed ingegneri idraulici hanno evidenziato che senza le opere nel medio corso questi territori saranno sempre a rischio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, preoccupano i livelli di Tagliamento e Lemene

VeneziaToday è in caricamento