rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Tante vaccinazioni negli ultimi giorni, ora mancano le dosi. Lanzarin: «A rischio quelle di venerdì»

Come spiegato oggi nel punto stampa, ieri sono arrivate 83mila dosi di Pfizer, ma Moderna e AstraZeneca arriveranno con qualche giorno di ritardo sulla tabella di marcia

«La campagna vaccinale va molto bene, ieri è stato toccato il picco più alto con 35.464 somministrazioni, ma non abbiamo vaccini a sufficienza e in alcune situazioni ci si dovrà fermare». Lo ha detto oggi l'assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin, nel corso del punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera.

Ieri sera sono arrivate, infatti, 83mila dosi di Pfizer, ma le 38mila di Moderna che sarebbero dovute arrivare domani sono state posticipate a venerdì, alla pari delle 100mila previste di AstraZeneca, che sarebbero dovute arrivare oggi, ma sono partite solo ieri sera dal Belgio e arriveranno giovedì sera a Pratica di Mare. Tempo di trasferirle, non saranno negli hub delle aziende sanitarie venete prima di venerdì sera. E quindi utilizzabili con ogni probabilità a partire da sabato. Questo significa che «ci sono Ulss che riescono a vaccinare tutti gli over 80 convocati oggi e domani ma venerdì probabilmente li dovranno sconvocare», ha spiegato Lanzarin.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tante vaccinazioni negli ultimi giorni, ora mancano le dosi. Lanzarin: «A rischio quelle di venerdì»

VeneziaToday è in caricamento