Felice Maniero condannato a quattro anni per maltrattamenti alla compagna

L'ex boss della mala del Brenta, già in carcere, era assente alla lettura del verdetto in aula

Aula di tribunale (archivio)

Felice Maniero è stato condannato a quattro anni di carcere a Brescia per maltrattamenti alla compagna. Nel processo con rito abbreviato l'accusa aveva chiesto una pena di 6 anni e 8 mesi, ma «sono stati derubricati alcuni reati, che non hanno fatto scattare il codice rosso, entrato in vigore successivamente rispetto agli episodi contestati», ha spiegato ad Adnkronos il difensore, l'avvocato Luca Broli.

L'ex boss della mala del Brenta ha rifiutato di collegarsi dal carcere di Voghera "per motivi di salute". Il giudice ha rinviato la lettura della sentenza disponendo una verifica in carcere delle condizioni di Maniero, ma il medico ha stabilito che si trattava di "sintomatologia pretestuosa" e così è stato emesso il verdetto. Per il legale, «alcune sue iniziative in udienza e la decisione discutibile di non collegarsi oggi forse non hanno aiutato».

«Ci vorranno 15 giorni per le motivazioni, poi valuterò se fare appello, ma sono orientato a presentarlo», ha aggiunto l'avvocato. Il difensore ricorda che Maniero «si è scusato con la compagna» e ora, oltre all'appello, si prepara anche a riproporre la richiesta per ottenere i domiciliari, visto che la vittima si troverebbe in una struttura protetta e questo farebbe venir meno la possibile reiterazione del reato. Maniero, dice ancora l'avvocato, «ha dei problemi di salute. Con il Covid avevamo fatto istanza per ottenere i domiciliari, ora vista la situazione del coronavirus, le condizioni di salute e la sentenza riproporremo, a breve, la richiesta per avere i domiciliari».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maniero era stato arrestato lo scorso autunno dalla squadra mobile della questura di Brescia in seguito alla denuncia presentata dalla compagna. Nella lettura della sentenza, il giudice ha dichiarato l'imputato responsabile di maltrattamenti aggravati, lesioni personali e violenza privata, con l'aggravante di aver commesso i reati in presenza di minore. Il risarcimento alla donna è stato quantificato in 25mila euro, oltre al pagamento delle spese processuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

  • Coronavirus, i numeri di oggi in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento