Cronaca

Maniero scrive al Presidente Mattarella: "Rai rispetti la privacy"

L'ex boss della Mala ha indirizzato una lettera direttamente al Presidente della Repubblica. Maniero chiede che non venga più rivelata la nuova identità

Una lettera indirizzata alla più alta carica dello stato per chiedere il rispetto della privacy. Il mittente però non è un cittadino qualunque, bensì il boss della Mala del Brenta che, dopo aver collaborato con la giustizia, ora si sta facendo una nuova vita da uomo libero, e vorrebbe che l'attenzione su di lui calasse.

Come riporta Il Gazzettino però, la sua nuova attività imprenditoriale ha destato più di qualche curiosità, tanto che la trasmissione "Report" di Rai3 ha deciso di farci ben due puntate. Proprio nella prima di queste, andata in onda nel giugno del 2015, il programma di Milena Gabanelli ha ripetuto più volte il nuovo nome di Felice Maniero ed ha filmato i luoghi in cui ora vive e lavora.

Niente di nuovo o inedito, in quanto l'alias dell'ex boss è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e più giornali hanno ripreso quello che ora è il suo nuovo nome. Maniero però ora vuole chiedere direttamente al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il rispetto della privacy, in quanto crede di essere l'unico collaboratore di giustizia italiano di cui è conosciuta la nuova identità. Secondo Maniero la rivelazione dei dati sensibili avrebbe messo in pericolo non solo la sua vita, ma anche quella della famiglia, in particolare quella dei figli che con il nuovo cognome sulle spalle vanno ogni giorno a scuola.

La trasmissione "Report" però, avrebbe ricordato il nuovo nome dell'ex boss anche in una puntata del novembre scorso, in cui il giornalista Sigfrido Ranucci ha intervistato un uomo che dichiarava con certezza disarmante che la figlia di Maniero non si sarebbe suicidata ma sarebbe stata uccisa (DETTAGLI). Il Gazzettino quindi riporta alcuni passi della lettera che è giunta sulla scrivania del Presidente della Repubblica. Maniero chiede che la sua nuova identità rimanga segreta e che la Rai svolga il compito di pubblico servizio in ottemperanza alle norme e alle leggi, comprese quelle che assicurano il diritto alla privacy e il diritto all’oblio. Maniero quindi vuole ricostruirsi una vita lontano dai riflettori, ma anche lui sa che per farlo dovrebbe dissipare tutte le linee d'ombra che ci sono ancora sul suo passato e sulla sua nuova attività imprenditoriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maniero scrive al Presidente Mattarella: "Rai rispetti la privacy"
VeneziaToday è in caricamento