rotate-mobile
Cronaca Mestre Centro

Cgil, presidio a Mestre contro il ddl lavoro: "Nessuna tutela ai dipendenti"

In parallelo alla manifestazione di Roma, il sindacato ha indetto un raduno in piazza Ferretto per mercoledì 27 giugno, contro un provvedimento che viene giudicato "iniquo e inadeguato"

Si schiera apertamente contro il disegno di legge sul mercato del lavoro, la Cgil. In vista del voto di fiducia in Parlamento, darà, allora, vita, mercoledì 27 giugno, ad una serie di manifestazioni e presidi in tutto il Veneto, allo scopo di contrastare quello che definisce un “provvedimento iniquo e inadeguato che non migliora la qualità del lavoro e non incentiva l’occupazione soprattutto per i giovani”.

Il Veneziano sarà, in particolare, coinvolto nella protesta, con una manifestazione in piazza Ferretto a Mestre, dalle 17 alle 20. A questa si uniranno i presidi davanti alle Prefetture a Padova, Treviso (ore 17.30), Verona (ore 10), Rovigo (ore 17.30), Vicenza (dalle 10.30 alle 12.30). A Vicenza è inoltre proclamato uno sciopero di due ore a fine turno.

Questi raduni si collegheranno idealmente con il presidio organizzato per lo stesso giorno dalla Cgil a Roma, vicino a Montecitorio.
Il Governo - osservano i promotori degli incontri - "ha posto la fiducia ignorando le osservazioni del sindacato e in particolare della Cgil che ha evidenziato come nel provvedimento siano mantenute tutte le tipologie precarie e non ci sia l’estensione a tutto il mondo del lavoro delle tutele in caso di perdita occupazionale". Anzi - prosegue il sindacato - "viene ridotta la durata dei sussidi rischiando una recrudescenza della crisi mentre mancano politiche di crescita e di sviluppo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil, presidio a Mestre contro il ddl lavoro: "Nessuna tutela ai dipendenti"

VeneziaToday è in caricamento