menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto della pagina Veneto Accoglie (Facebook)

Foto della pagina Veneto Accoglie (Facebook)

"Side by Side", in centinaia a Chioggia per mostrare la faccia solidale del Veneto VD

Il corteo sabato pomeriggio è partito da piazzale Europa e ha raggiunto corso del Popolo. Corona di fiori in laguna per Pateh e Sabrine: "Abbiamo diritto all'accoglienza e al lavoro"

Erano più di un migliaio a Chioggia sabato pomeriggio per mostrare come il Veneto dell'accoglienza esista e, anzi, intende alzare il più possibile la voce. La città clodiense per un giorno è diventata la capitale dell'associazionismo che, giorno dopo giorno, si prodiga per migliorare il livello di integrazione dei richiedenti asilo. A pochi chilometri di distanza sorge l'ex base Nato di Conetta, diventata simbolo di un certo modo di gestire l'emergenza immigrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fianco a fianco

"Side by side, la marcia per l'umanità del Veneto che accoglie", questo lo striscione sdrotolato dai manifestanti, tra loro diversi migranti, che verso le 16 si sono messi in marcia da piazzale Europa alla volta del centrale corso del Popolo, in pieno centro storico. Hanno fatto capolino cartelli e slogan: è stata deposta una corona di fiori in laguna in corrispondenza dell'isola dell'Unione, in ricordo di quanti tra i migranti hanno perso la vita durante i loro viaggi della speranza attraverso il Mediterraneo, senza dimenticare Pateh Sabally, il gambiano spirato in Canal Grande 2 anni fa e Sandrine Bakayoko, la giovane ivoriana deceduta dopo un malore accusato nell'ex base di Conetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Diritti per tutti"

"Da tutto il Veneto in piazza per i diretti dei migranti, contro l'odio e la violenza razzista - hanno dichiarato gli organizzatori - Questa è una piattaforma antirazzista, per i diritti e la giustizia sociale. Questo è l'argine alla deriva fascista e di guerra ai migranti. Solidali con Macerata". Tra musiche e balli, al megafono sono stati spiegati i motivi della marcia: "Non ci sarà una pace in questo pianeta finché i diritti non saranno rispettati nel mondo - ha affermato un rappresentante dei migranti - Abbiamo diritto a una buona accoglienza, alla formazione e al lavoro. In tutto il mondo esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza. Costruiremo insieme il futuro di questo Paese, l'Italia è un bel Paese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Mestre

Avviata la riqualificazione di piazzale Cialdini con il nuovo ponte sull'Osellino

Attualità

Giorno della Memoria 2021: il calendario delle iniziative

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento