Cronaca

Il Coni scende in piazza: «Lo sport deve continuare»

In tutti i capoluoghi di provincia del Veneto sabato 8 maggio si terranno dei presidi: «E' una richiesta di aiuto rivolta a chi può e deve intervenire»

«The sport must go on» (lo sport deve continuare). E' questo lo spirito della manifestazione organizzata dal Coni Veneto per sabato 8 maggio in sette piazze dei capoluoghi di provincia veneti. Con questi presidi, il mondo dello sport veneto chiederà attenzione e aiuto concreto per poter uscire dalla crisi che l'ha investito a causa dell'emergenza Covid.

Coni Veneto, Cip Veneto e rappresentanti - in primis dello sport di base - daranno luogo ad un presidio statico, pacifico e nel rispetto delle norme, durante il quale verranno evidenziate le molteplici difficoltà in cui versa tutto il comparto dilettantistico. Difficoltà non solo economiche come spese per affitti, luce, acqua, gas, sanificazioni, minori introiti da parte degli sponsor, ma anche crisi di carattere sociale e psicologico che sta colpendo i ragazzi. Crisi che si manifesta in un calo di adesioni, sintomo di abbandono precoce.

A Venezia, la manifestazione si terrà in Riva Sette Martiri. «Questo presidio pacifico e autorizzato – spiega il presidente del Coni Veneto, Dino Ponchio – sarà un'occasione di incontro e di visibilità per le società sportive e per lo sport di base che, se non verrà aiutato in tempi breve, rischia di morire. The sport must go on, lo sport deve continuare: questo è lo slogan che abbiamo scelto per l'evento, una richiesta di aiuto rivolta a chi può e deve intervenire».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Coni scende in piazza: «Lo sport deve continuare»

VeneziaToday è in caricamento