rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Uniti contro i free tour abusivi, la protesta delle guide turistiche per calli e ponti di Venezia

Una manifestazione contro le guide fasulle, che richiedono un'offerta per organizzare gite turistiche per Venezia. Senza pagare tasse e contributi. E senza adeguata preparazione

Free tour. Si tratta di giri turistici per la città, in questo caso Venezia, che vanno ad incidere pesantemente sul lavoro delle guide turistiche professioniste. Non sono gratis come il nome farebbe pensare, ma il costo comunque contenuto fa propendere i turisti verso questa soluzione più economica per visitare le bellezze della laguna. Come riportano i quotidiani locali, l'associazione delle guide turistiche stima che sotto questa pratica ci sia un giro di soldi da svariati milioni di euro, che porta via, di fatto, il lavoro a chi ha studiato, ha superato esami e ha ottenuto l'abilitazione alla professione.

Ecco perché martedì le guide scenderanno in piazza, organizzando un corteo contro gli abusivi del mestiere. Il serpentone partirà dai Santi apostoli attorno alle 11, e si trasferirà fino a Rialto, prima, e San Polo, poi. Come spiegano le guide, bisogna porre freno ad una pratica truffaldina: a organizzare i tour, infatti, sono delle onlus che propongono una gita gratuita, ma che di fatto chiedono una mancia facoltativa ai clienti, da dividere con l'associazione. La presenza in città di queste guide fasulle è oramai un problema a livello europeo, tra incassi non dichiarati e tasse non versate. I professionisti del settore si uniscono quindi in una protesta per ponti e calli, simbolica, perché mettere freno al fenomeno dei free tour non sarà certo così semplice.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uniti contro i free tour abusivi, la protesta delle guide turistiche per calli e ponti di Venezia

VeneziaToday è in caricamento