menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto facebook Lav

Foto facebook Lav

Dalla Sicilia a Bolzano per dire "no" alla caccia: Lav a Venezia al grido di "Basta sparare"

La manifestazione è partita alle 9 da Santa Lucia, per proseguire sulla Strada Nova fino al Ponte di Rialto. Presentata la proposta di legge per l'abolizione della caccia

Una mattinata per le vie di Venezia, per informare e coinvolgere cittadini e turisti al grido di "Basta sparare". È approdata anche a Venezia, dalle 9 di domenica, la campagna Lav per chiedere l’abolizione della caccia, che ha coinvolto decine di attivisti e volontari dell’associazione, ben riconoscibili per le mantelle arancioni. Sono partiti dalla stazione di Venezia Santa Lucia, poi hanno raggiunto il Ponte di Rialto, passando per la Strada Nova, dove si sono fermati per sensibilizzare la cittadinanza.

Il corteo fino a Rialto

Durante il corteo gli attivsti hanno distribuito volantini ai passanti, con lo scopo di illustrare il progetto di legge Lav, che prevede l’abolizione di qualsiasi forma di caccia e la protezione effettiva degli animali selvatici. "La caccia è da sempre avversata dalla stragrande maggioranza dei cittadini italiani - spiegano dall'associazione - L’80% circa ne vorrebbe l’abolizione immediata, ma fino a oggi l’argomento non è mai entrato nell’agenda della politica nazionale, per questo Lav ha predisposto il progetto di legge, da presentare a Parlamento e Governo che si insedieranno dopo le elezioni della prossima primavera".

"Stop agli spari"

"Basta caccia, basta sparare - hanno continuato gli attivisti sul ponte di Rialto - I cacciatori rappresentano solo l'1% della popolazione ma fanno il bello e il cattivo tempo su tutto il territorio. Testimoniamo dalla Sicilia a Bolzano che tutti noi siamo contro la caccia. È ora di finirla, chiediamo il vostro sostegno per sostenere la petizione online, che ad oggi ha già ricevuto 50mila firme".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento