Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Giudecca / Ponte Lavraneri

"Non chiudete l'asilo di Sacca Fisola", le mamme manifestano davanti a Ca' Farsetti

Una decina le donne che hanno raggiunto il Comune, tappezzandolo di sagome di bimbi che chiedono di poter rimanere alla XXV Aprile. L'assessore Romor: "Speculazioni politiche"

Le mamme davanti al Comune (foto Monica Sambo)

"Poi l'amministrazione dice di voler contrastare lo spopolamento di Venezia e delle isole". La pensano diversamente le mamme che giovedì mattina hanno manifestato davanti a Ca' Farsetti per chiedere che l'asilo XXV Aprile di Sacca Fisola non venga chiuso. A far emergere la questione un'interpellanza depositata dalla consigliera del Partito Democratico, Monica Sambo, proprio nel giorno della Festa della Liberazione (e di San Marco).

I problemi deriverebbero dalla mancanza del numero minimo di iscritti per il prossimo anno scolastico, "senza porre attenzione alle realtà più delicate", si legge nel documento. Le donne giovedì mattina hanno tappezzato l'ingresso di Ca' Farsetti con sagome di bambini che chiedono di poter continuare a frequentare l'istituto. La struttura ad ora è frequentata da 24 bambini, ma l'anno prossimo 12 di questi passeranno alle elementari e dunque ne rimarrebbero 12 più altri due nuovi iscritti, per un totale di 14. Troppo poco.

"Ciò di cui l'amministrazione non tiene conto - ha dichiarato Monica Sambo nei giorni scori - è che nell'isola vi sarebbero altre famiglie interessate, che, intimorite dalla possibilità di una chiusura, hanno preferito scegliere un'altra scuola". Il numero minimo per garantire l'apertura anche il prossimo anno scolastico, dunque, sarebbe a portata di mano.

Nella mattinata le mamme hanno ottenuto un incontro con l'assessore alle Politiche educative, Paolo Romor, per fare chiarezza sulla vicenda: "Confermo che non c'è alcuna volontà aprioristica di chiusura della scuola XXV Aprile di Sacca Fisola, contrariamente a quanto insinuato dalle consuete strumentalizzazioni politiche - ha commentato l'esponente della giunta Brugnaro - Come sempre, lavoriamo per mantenere e migliorare i servizi alle famiglie, tanto più nel centro storico e nelle isole. È altrettanto evidente, tuttavia, che dobbiamo rispettare i numeri minimi, di iscritti, previsti dal regolamento. Per questo motivo, ho dato subito mandato agli uffici di verificare alcune scelte di istituto, perché ció che mi hanno riferito in via informale i genitori che ho ricevuto questa mattina non risulta agli atti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non chiudete l'asilo di Sacca Fisola", le mamme manifestano davanti a Ca' Farsetti

VeneziaToday è in caricamento