menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"No grandi navi", tensione con la polizia: in trecento al corteo acqueo

Domenica manifestazione contro uno dei problemi che "rovinerebbe" la città lagunare. Partecipanti arrivati anche in bicicletta dalla Riviera del Brenta. I partecipanti tentano di forzare un blocco

Clima festoso questo pomeriggio a Punta della Dogana a Venezia per la manifestazione organizzata dal Comitato "No Grandi Navi". Erano circa una  settantina le imbarcazioni arrivate nel bacino di San marco per dire no al passaggio delle grandi navi. A manifestare 300 persone provenienti anche dell'entroterra veneziano, Mestre e la Riviera del Brenta. La manifestazione acquea si è tenuta all'interno di uno spazio delimitato e tenuto sotto osservazione da parte delle forze dell'ordine, per impedire che invadessero il Canale della Giudecca. Il tutto si è svolto tra musica e palloncini colorati.

Durante la manifestazione ci sono stati alcuni momenti di tensione questa sera tra decine di manifestanti che si oppongono al passaggio dei transatlantici e le motovedette delle forze dell'ordine. Hanno dato fiato alla loro protesta al passaggio poco dopo le 19 della Costa Fascinosa. Per evitare che le piccole barche occupate ognuna da tre a 12 persone, tra cui molti bambini, si avviassero verso il palazzo galleggiante oltre allo sbarramento delle motovedette è intervenuto anche un elicottero della polizia. Le navi avevano scelto di ritardare la partenza per evitare ulteriori pericoli.

 

GRANDI NAVI: BATTAGLIA IN LAGUNA

COMITATO PRO GRANDI NAVI: "Non è vero che sono incompatibili"

"FERMIAMO LO STUPRO": "Corteo acqueo di protesta il 16 settembre"

Il MINISTRO CLINI: "Grandi navi fuori dalla Laguna? Impossibile"

TUTTI I "GRANDI" CONTRO LE GRANDI NAVI: "Orsoni, Zaia, Clini e Cardin"

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento