menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ebraismo non è sionismo", 2 giovani ebrei si mettono a manifestare in piazza San Marco

I 2 statunitensi identificati dalle forze dell'ordine. Sono contro lo Stato d'Israele. Della vicenda è stata interessata anche la Digos. Nel salotto della città vietate manifestazioni politiche

Si sono messi a manifestare in piazza San Marco (non si pensi a folle oceaniche visto che erano solo in 2) contro lo stato sionista. L'hanno fatto nel salotto buono del capoluogo lagunare, dove le manifestazioni "politiche" sono vietate. Per questo motivo sono state interessate le forze dell'ordine e, in seconda battuta, anche la Digos. L'elemento particolare di ciò che è accaduto martedì pomeriggio è che chi urlava slogan contro lo Stato d'Israele altro non erano che cittadini di religione ebrea. Proprio così. Si tratta di due giovani di nazionalità statunitense che a un certo punto hanno tirato fuori un cartello piuttosto "artigianale" con scritta una frase che, tradotta in italiano, significava "ebraismo non è sionismo". 

La coppia è stata identificata dal dispositivo di sicurezza presente a San Marco. Dopodiché, come detto, della vicenda è stata informata anche la Digos. Visto che i tempi non sono certo "tranquilli" in fatto di rischio terrorismo e quella era comunque piazza San Marco. I 2 hanno spiegato di far parte di un movimento d'opinione minoritario che vede Israele come una minaccia per la sicurezza del mondo. Una realtà che, secondo loro, toglie libertà ai cittadini palestinesi e che, grazie all'atomica, ha una potenza di fuoco enorme. Dunque i due statunitensi si dichiaravano ebrei, ma non sionisti. Così come, a loro modo di parere, chi è sionista non sarebbe ebreo. Sarebbe sionista e basta. E come tale da combattere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento