menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli studenti scendono in piazza a San Donà: "Sede migliore subito"

Diverse centinaia sabato i giovani che manifestano per l'emergenza di sovrannumero con cui devono convivere. Petizione al sindaco Cereser

Non si vedono soluzioni: per questo hanno deciso di metterci tutti la faccia. Diverse centinaia gli studenti che sabato mattina hanno raggiunto piazza Indipendenza a San Donà per chiedere una sede migliore al liceo Montale, per ora suddiviso in quattro sedi. La decisione di scendere in strada era stata presa qualche giorno fa, al termine di un'assemblea. Obiettivo dell'iniziativa predisporre una petizione da consegnare al sindaco Andrea Cereser. Ma della questione naturalmente viene investita anche la Provincia.

I 750 studenti in questo momento si ritrovano suddivisi in quattro sedi tra liceo classico e linguistico. Le criticità che hanno lamentato i manifestanti sono tante: nella sede centrale mancano l'aula magna, la biblioteca, le aule insegnanti, le aule computer. I disabili avrebbero grosse difficoltà logistiche a seguire le lezioni. Il numero troppo elevato di studenti determinerebbe addirittura delle code in strada al momento dell'ingresso poco prima della campanella.

Poi  c'è il Cfp, il professionale di via Pralongo, che vivrebbe una realtà completamente avulsa agli altri plessi, come l'istituto per geometri Scarpa. Rimostranze pure dagli studenti dell'Itis Volterra. Insomma, erano quasi in mille a chiedere una soluzione. Esasperati da una situazione con cui diventa giorno dopo giorno sempre più difficile convivere. Sabato mattina quindi l'invasione di piazza Indipendenza, per chiedere una via d'uscita subito.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento