rotate-mobile
Cronaca Jesolo / Piazza Trieste

Bambino rischia di soffocare nel bar: salvato dal papà con la manovra di emergenza

È successo a Jesolo. Il giovane padre aveva seguito un corso apposito all'ospedale proprio il giorno prima. Ha messo il piccolo a pancia in giù e gli ha dato dei colpi alla schiena

È riuscito a mantenere la calma in un momento in cui si era creato il panico. Quanto è bastato, almeno, per prendere il controllo della situazione e intanto farsi ritornare alla mente le manovre imparate poche ore prima. Così un giovane padre di Jesolo - come riporta La Nuova Venezia - ha potuto salvare il figlioletto da una possibile morte per soffocamento. Si trovavano in un bar in zona piazza Trieste quando è successo, martedì pomeriggio. Il piccolo stava mangiando della frutta a pezzetti, quando all'improvviso ha cominciato a tossire forte, faticando a prendere aria.

Il salvataggio

In pochi istanti il padre ha capito cosa stava accadendo ed è passato all'azione, mettendo in pratica quanto aveva appreso il giorno precedente durante il corso di emergenza seguito all'ospedale di Jesolo. Ha appoggiato il piccolo a pancia in giù sulla gamba, tenendogli il mento, quindi gli ha assestato tre colpi all'altezza delle scapole. In questo modo è stato possibile disostruirgli le vie aeree, il pezzo di frutta si è sbloccato e il bambino è tornato a respirare normalmente.

Corsi negli ospedali dell'Ulss

Pochi gesti che hanno impedito una tragedia e salvato una giovanissima vita. E un genitore che si è reso conto personalmente dell'importanza di sapere come muoversi in situazioni del genere. I corsi, della durata di due ore, sono organizzati in tutta l'Ulss 4 tra San Donà, Jesolo e Portogruaro. Per la direzione dell'azienda sanitaria questo episodio è la conferma di quanto sia fondamentale lavorare sulla prevenzione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino rischia di soffocare nel bar: salvato dal papà con la manovra di emergenza

VeneziaToday è in caricamento